CRONACAPRIMO PIANO

Quanto pagano gli isolani

Ogni cittadino versa in media 355 euro di tributi locali, lo rende noto uno “studio” pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Barano l’ente con la capacità fiscale più bassa (178 euro), Casamicciola con quella più alta (420). Il ruolo e l’incidenza della tassa sui rifiuti

Ogni cittadino dell’isola di Ischia versa in media 355 euro di tributi locali. A rivelarlo i parametri per la stima della capacità fiscale di ogni singolo Comune delle Regioni a statuto ordinario pubblicati in Gazzetta Ufficiale. Un passaggio fondamentale nell’ottica dell’istituzione del Fondo perequativo per i territori con minore capacità fiscale per abitante, segno tangibile del superamento del criterio della spesa storica nello stanziamento dei contributi statali.

In pratica con il meccanismo messo a regime grazie al lavoro del Mef arriveranno più fondi a quei Comuni i cui introiti non riescono ad assicurare i servizi essenziali e viceversa. Le tipologie di entrate considerate per il calcolo della capacità fiscale sono le imposte e tasse locali (Imu, Tasi, Addizionale comunale Irpef e imposte e tasse minori come l’imposta sulla pubblicità, la tassa sull’occupazione spazi e aree pubbliche) e, più in generale, le tariffe diverse da quella del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti.

Le tipologie di entrate considerate per il calcolo della capacità fiscale sono le imposte e tasse locali (Imu, Tasi, Addizionale comunale Irpef e imposte e tasse minor) e, più in generale, le tariffe diverse da quella del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti

La legge delega evidenzia come debba essere garantita la trasparenza delle diverse capacità fiscali nei territori e delle risorse complessive per abitante prima e dopo la perequazione, in modo da salvaguardare il principio dell’equilibrio. In pratica la capacità fiscale è il gettito potenziale da entrate proprie di un territorio, date la base imponibile e l’aliquota legale. Ad incidere sono il livello dei redditi, l’età media degli abitanti (quando è particolarmente bassa ci sono bambini, ragazzi e studenti che non lavorano) ed il possesso di unità immobiliari.

Ad incidere sono il livello dei redditi, l’età media degli abitanti (quando è particolarmente bassa ci sono bambini, ragazzi e studenti che non lavorano) ed il possesso di unità immobiliari

Ads

Con la Capacità fiscale pro capite viene indicata la quota versata, in media, da ogni cittadino residente nel determinato Comune. È Barano con 178 euro il Comune isolano dove la capacità fiscale è più bassa ovvero, dove in media, i residenti pagano meno tasse. La capacità fiscale aumenta con la tassa dei rifiuti fino ad arrivare, in media a 306 euro. A seguire c’è Serrara Fontana con 240 euro che diventano 395 euro includendo la tassa sui rifiuti e Forio con 355 euro che diventano 556 euro con la tassa sui rifiuti. Superano le 400 euro ad abitante, invece, le capacità fiscali dei cittadini di Ischia con 407 euro (che diventano 640 euro con i rifiuti), Lacco Ameno con 412 euro (che diventano 618 euro con la tassa sui rifiuti) e Casamicciola con 420 euro (che diventano 573 euro con i rifiuti). Nella media anche Procida con 371 euro e 542 con la tassa sui rifiuti.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex