CRONACA

Quarantena o isolamento, l’esercito dei 361

E’ questo il numero delle persone che attualmente sono state “recluse” dalle autorità competenti (o lo hanno fatto spontaneamente) divise tra i sei Comuni isolani, 64 hanno fatto rientro dalla terraferma o dall’estero. E cresce l’attesa per l’esito di diversi tamponi

Anche un’altra giornata ce la siamo messa alle spalle. Nell’attesa che passi la nottata, e ci vorrà ancora un bel pezzo, fa un po’ tristezza guardare il calendario. Perché oggi di fatto inizia la primavera, invero anticipata dallo splendido sole che sembra quasi farsi beffe di chi purtroppo è costretto a rimanere in casa. Ma niente passeggiate, né raccolta di ciclamini nei boschi e nelle pinete: nulla di tutto questo, occorre senso di responsabilità.

Restare a casa, restare a casa e ancora restare a casa sperando che prima o poi il vento cambi. Nel frattempo, nel pomeriggio di ieri non risultavano tamponi positivi da quelli processati al Cotugno per cittadini isolani: ne ballano per adesso ancora una decina, forse qualche esito è arrivato nella notte. Ma è forse giunta l’ora che anche i sindaci creino un contatto diretto con gli organi di informazione, fornendo quotidianamente un report su eventuali contagi che si registrano nei territori di pertinenza: in fondo, come autorità sanitarie, vengono sempre avvertite. Qualche volta può succedere di sbagliare coordinata geografica, ma è chiaro che di fronte ai lettori che chiedono di essere informati costantemente ci sembra davvero allucinante dover correre dietro a qualche informatore o contatti di varia natura per apprendere dati che dovrebbero essere forniti di default alla comunità.

Insomma, aspettando che si crei un canale ufficiale ed istituzionale, vi riferiamo che il contagiato venuto fuori nottetempo giovedì è il familiare del baranese tornato dalla vacanza dalle Filippine e trovato positivo al tampone. Nel frattempo, però, arrivano anche dati e numeri significativi, che però da una parte devono anche confortare perché in molti casi evidenziano il senso civico degli isolani, ma dall’altra sono la spia di un fenomeno che deve essere contenuto per evitare che si sviluppi oltre misura. Parliamo delle persone attualmente in quarantena o in isolamento. Ad Ischia se ne contano 82, a Forio 61, a Barano 52, a Casamicciola 43, a Serrara Fontana 38 ed a Lacco Ameno 21. Mentre sono 64 i soggetti nella stessa condizione ma perché provengono da Comuni al di fuori dell’isola.

Al tirar delle somme ci sono 361 persone che sul nostro territorio si trovano “ristretti” tra le mura domestiche ed è chiaro che è un numero destinato a crescere nei prossimi giorni, soprattutto laddove dovessero esserci sbarchi di altri isolani che magari lavorano in altre regioni d’Italia oppure all’estero ma che potrebbero tornare a Ischia perché molte attività hanno chiuso i battenti a causa dell’emergenza coronavirus. Nel frattempo, proseguono incessanti i controlli delle forze dell’ordine presenti sul territorio per vigilare sul rispetto delle regole. L’isola, tutto sommato, continua a rispondere bene anche se non mancano sporadiche e nel contempo originali variazioni al tema, di cui anche oggi raccontiamo in altra parte del giornale.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close