Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Quei fischi e la sicurezza ostentata da Francesco Del Deo

FORIO – La campagna elettorale partita la settimana scorsa s’infiamma di ora in ora. E, potete starne certi, diventerà sempre più rovente con l’avvicinarsi della fatidica data del 10 giugno, giorno in cui sono state fissate le elezioni amministrative. Nella serata di martedì il già ricco volume riguardante la campagna elettorale si è arricchito di un nuovo interessante capitolo. Prima di addentrarci nel racconto dei fatti, facciamo due premesse. Per la serata del 22 maggio era stata organizzata una manifestazione, che ha avuto luogo in piazza San Leonardo, cuore pulsante della frazione Panza. In contemporanea, in un accorsato bar che affaccia sulla medesima piazza, il candidato di “Insieme per Forio” Stani Verde aveva radunato amici, parenti e sostenitori per consumare un aperitivo.

Poco prima dell’arrivo del candidato a sindaco, però, al bar è giunto anche il sindaco in carica (nonché sfidante) Francesco Del Deo, che nella circostanza era seguito dal suo braccio destro Mario Savio, dal vicesindaco Gianni Matarese, dal presidente del consiglio comunale Michele Regine, da Nando o’ Barone Castaldi e da altri membri dell’entourage dell’ex democristiano. La presenza dei suddetti “nemici” ha infastidito e non poco i sostenitori di Stani Verde, che all’ingresso del loro leader lo hanno acclamato, costringendo la falange deldeiana (il sindaco era già fuori a fumare un sigaro) a battere mestamente in ritirata. Ma la storia non è finita qui, caro lettore. Come detto, a pochi passi dal bar era previsto uno spettacolo di ballo (che sarebbe stato poi interrotto a causa delle inclementi condizioni meteorologiche). Il presidente del comitato organizzatore dell’evento, come da prassi, ha invitato il sindaco a fare un breve saluto istituzionale prima che lo spettacolo avesse inizio. Il discorso pronunciato da Francesco Del Deo, come era facile prevedere, è stato più volte interrotto da alcuni spettatori presenti in piazza, che non solo l’hanno lungamente fischiato, ma anche insultato (un cittadino, del quale ignoriamo l’identità, ha urlato in vernacolo napoletano: «Vavattenn, munnezz!»). Per nulla turbato dai fischi e dagli improperi ricevuti dalla piazza, il primo cittadino di Forio ha ripetuto più di una volta: «Ci vediamo dopo il 10 giugno».

La sicurezza con la quale il sindaco ha proferito questa espressione ci fa pensare che egli sia praticamente sicuro di vincere le elezioni; se così non fosse, ci domandiamo chi sarebbe così folle da portarsi iella ed esporsi rischiando di poter essere schernito all’indomani delle elezioni dopo aver raccolto un pessimo risultato alle urne. La polemica, ovviamente, non si è fermata a Panza, ma è proseguita sui social. Poco prima della mezzanotte, infatti, sulla pagina Facebook del sindaco Francesco Del Deo è stato pubblicato un post relativo a quanto accaduto qualche ora prima a piazza San Leonardo. «La campagna elettorale è una cosa seria e non sono disposto a farne uno spettacolo da stadio. Capisco che molti hanno confuso il tifo con la partecipazione politica. Sono rammaricato che per molti appartenenti ad una delle “fazioni”, preoccupati per il risultato del 10 giugno, ciò che stiamo vivendo in questi giorni sia come una partita di calcio, ma in gioco c’è il futuro del nostro Comune. Una cosa seria, troppo seria per essere ridotta a schermaglie tra parti. Non rispondo, come mia abitudine, alle provocazioni che ho ricevuto questa sera (martedì per chi legge, ndr) a Panza, ma mi appello alla parte matura di quanti sono candidati in questa campagna elettorale. Buona campagna elettorale a tutti! P.S. Ringrazio quei pochi facinorosi che, con i loro fischi, hanno contribuito a screditare la loro stessa coalizione».

Non si è lasciata attendere la risposta di Stani Verde, che sulla pagina Facebook di “Insieme per Forio” ha scritto: «La campagna elettorale è incontro, dibattito, condivisione, amicizia. rapporti. A Panza, questa sera, con gli amici di Marcianise abbiamo trascorso una allegra serata. Forio deve tornare ad essere il centro di questi sentimenti. Mi rammarica dover registrare le solite ingerenze di chi ha fatto del sopruso il suo stile di vita. Guardiamo avanti a testa alta continuando a parlare, a incontrare e a incoraggiare i foriani. Il 10 giugno, torniamo al 100%!». Non abbiamo la sfera di cristallo e quindi non sappiamo dirvi chi tra i due la spunterà. Quel che è certo è che, fino al 10 giugno, ne vedremo delle belle…

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x