Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Raffica di residenze a Ischia, pronta l’informativa per la Procura

Gli accertamenti sono stati eseguiti, e secondo quanto si apprende dovrebbero essere sul punto di terminare. Sono stati condotti dai carabinieri della Compagnia di Ischia, guidata dal cap. Andrea Centrella, ed i militari hanno avviato l’indagine di propria iniziativa ritenendo che vi fossero i presupposti per capire se stesse accadendo qualcosa di poco chiaro e poco “trasparente”. Ci riferiamo all’attività di indagine relativa l’anomalo cambio di residenze che si è registrato nel Comune di Ischia nel periodo compreso tra marzo ed aprile del corrente anno solare, quando diversi cittadini si sono dirottati ad Ischia provenienti da altri municipi isolani ma anche da Napoli e da alcuni paesi dell’hinterland partenopeo. Un flusso anomalo, dicevamo, e decisamente più consistente rispetto a quello che si verificava negli anni passati, e già questo dato statistico legato alle percentuali ha fatto scattare la “spia rossa”, soprattutto perché ci troviamo in concomitanza di un appuntamento importante come le elezioni amministrative.

I carabinieri hanno sentito alcuni dei protagonisti di questo massiccio esodo verso Ischia, ma soprattutto hanno provato a capire se dietro questo flusso ci potesse essere qualche ipotesi legata al cosiddetto voto di scambio. E’ chiaro che dalla caserma di via Casciaro non trapela assolutamente nulla e le bocche sono cucite, ma qualche considerazione può essere fatta: l’impressione è che i militari dell’Arma abbiano cercato tra i soggetti coinvolti in questa vicenda qualcuno che riuscisse a “sbloccare” la situazione, rivelando ad esempio agli inquirenti che era stato invitato a cambiare residenza per dare il voto a questo piuttosto che a quello. E anche questa, in ogni caso, secondo quanto sostengono alcuni addetti ai lavori, si tratterebbe di una rivelazione “border line”, non configurandosi dazioni di denaro o qualcosa di simile. Ci sarà qualcuno che avrà fornito notizie utili agli inquirenti su questo fenomeno di… migrazione di massa? Difficile dare una risposta, quel che è certo è che un’informativa è stata confezionata e sarà spedita già nei primi giorni di questa settimana alla Procura della Repubblica di Napoli, in modo che i magistrati incaricati possano prenderne visione e fare le valutazioni del caso.

E’ chiaro che gli uomini guidati dal cap. Centrella hanno comunque evidenziato, in un elenco vastissimo (se vogliamo ben superiore ai novanta nominativi pubblicati dal nostro giornale, perché le richieste di residenza ad Ischia si sono concretizzate anche nei mesi di gennaio e febbraio) di trasferimenti ad Ischia, almeno tre o quattro situazioni che lascerebbero più di qualche dubbio soprattutto perché farebbero inequivocabilmente riferimento a protagonisti della vita politica di casa nostra. Poi, ovviamente, da qui a poter sostenere che ci sono responsabilità di chissà quale rilevanza, questo potrà stabilirlo soltanto il tempo. O meglio, l’autorità giudiziaria.

Gaetano Ferrandino

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x