CRONACA

Rebranding Ischia, i sindaci pronti a ingaggiare esperto di design

Il professor Falcinelli, grafico e teorico del design, potrebbe a breve intavolare la strategia di ribrandizzazione dell’isola per far conoscere al meglio l’isola al mercato turistico internazionale dove Ischia è ancora (o per niente) conosciuta

L’obiettivo è ambizioso, ma necessario: dare maggiore forza all’identità isolana attraverso la realizzazione di un sito istituzionale che racconti l’isola in tutte le sue mirabolanti sfaccettature. Fin qui niente di nuovo. I portali ischitani e non che scandagliano e raccontano gli aspetti meno conosciuti di Ischia non sono pochi, ma non basta. L’idea stavolta è di giungere lì dove nemmeno i propugnatori del comune unico finora sono riusciti. Convincere i sei sindaci e le sei amministrazioni a dare mandato a un esperto di visual design al quale delegare il lavoro di brandizzazione dell’isola. Un logo unico, identificativo, bello, accattivante. Ma non solo: la ricerca di font, disegni, tratti colori e pennellate che raccontino Ischia in un colpo d’occhio e suscitano curiosità, desiderio. E inoltre puntare poi a individuare anche i mezzi di comunicazione per raggiungere il cliente finale, il suo cuore e i suoi desideri.

Un aspetto vitale per un’isola che ha come vocazione il turismo ma che forse, negli ultimi anni, non è riuscita a raccontarsi al meglio e a far conoscere le sue bellezze. Fare breccia nei mercati dove non siamo ancora riusciti a essere vincenti, questo il vero scopo che il mondo della politica, dell’ospitalità e del commercio ha come traguardo ultimo. Lo scopo? Aprirsi a nuovi mercati turistici e far desiderare le nostre mete a persone che sanno di volere la nostra isola, ma non conoscono ancora Ischia.Creare quindi un elemento distintivo che con un semplice colpo d’occhio racchiuda e faccia emergere tutta la straordinaria bellezza di Ischia. Strategia comunicativa attraverso le immagini, un logo, uno stile e un sito dove ospitare il racconto e naturalmente tanto altro. Questa la mission che unisce l’isola, ovvero fornire ospitalità di qualità a un turismo sano, fruttuoso, capace di comprendere a apprezzare le bellezze dell’isola.

Una vera e propria rivoluzione che vedrebbe finalmente le sei amministrazioni unite per dare uno slancio sinergico e inedito all’isola e alla sua immagine sul mercato nazionale e internazionale del turismo, una sinergia resa possibile anche da Luca D’Ambra, presidente di Federalberghi che ha spiegato il progetto al mondo alberghiero ischitano ottenendo il via libera. “Intendiamo identificare l’isola attraverso l’immagine e lo studio di un progetto di visual design – spiega il presidente di Federalberghi – che non prevede solo la creazione di un logo,ma anche l’elaborazione di uno stile, che passi attraverso la scelta dei colori, di font, di iconografie che possano dare un’idea unica dell’isola in qualsiasi momento in cui i suoi rappresentanti si propongono al di là del mare, sulla terraferma, a fiere o a qualsiasi altra occasione in cui Ischia mostra il suo fascino”. Ischia è bella, piena di risorse. Un paradiso terrestre, giardino d’Europa, capace di concentrare in pochi chilometri quadrati un ventaglio di proposte potenzialmente predisposte a soddisfare ogni esigenza dei visitatori. Ma forse pochi sanno che oltre al mare c’è molto di più. E qui entrerebbe in gioco una persona esperta a cui sindaci e albergatori ischitani vorrebbero affidare il rilancio dell’isola verde o almeno la possibilità di creare un un brand riconoscibile. Certo c’è il Castello Aragonese, la Chiesa del Soccorso, il Fungo e Sant’Angelo, ma forse è tempo che si realizzi qualcosa che sia sintesi di tutto.

La persona che potrebbe a breve occuparsi di ribrandizzare l’isola è il professor Riccardo Falcinelli, grafico e teorico del design, docente di Psicologia della percezione presso l’Isia di Roma e autore di numerose pubblicazioni. Ospite nello scorso week-end di Meristema, l’evento organizzato dal laboratorio MechaneLab, dell’Università di Napoli “Federico II” di Napoli e dai Giardini Ravino, grazie all’impegno di Elettra Carletti, Alessandro De Cesaris, Nicola Russo, il professore ha discusso con il patron Luca D’Ambra e i rappresentanti delle amministrazioni isolane, tra cui il sindaco Francesco Del Deo (era presente anche l’ex sindaco di Lacco Ameno Giacomo Pascale) degli ultimi aspetti prima di dare il via ai lavori. Il professor Falcinelli si è occupato di realizzare libri e collane per alcuni dei maggiori editori italiani tra cui Einaudi, Minimum Fax, Laterza e Carocci. Insomma, una persona che lavora con le immagini ad alti livelli e che potrebbe, assieme al suo team, realizzare un lavoro di visual design che racconti ed esalti l’isola d’Ischia, come meglio merita. Un altro tassello fondamentale per dare all’isola quello slancio che le serve

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close