ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Regno di Nettuno, telecamere in azione

Scorrazzano indisturbate nei nostri mari. Centinaia di imbarcazioni che sostano nelle baie più suggestive dell’isola ma che spesso non rispettano le regole – ferree, almeno da un punto di vista teorico – che vigono a mare, a maggior ragione in un’area marina protetta qual è il Regno di Nettuno. La pacchia, però, potrebbe essere finita. Pare che siano finalmente entrate a pieno regime le 18 installazioni di videosorveglianza che dovrebbero monitorare le coste dell’isola  per la prevenzione e il contrasto delle attività illecite nella zona sottoposta a tutela. Sarebbero già diverse centinaia i frame di trasgressori. Le immagini acquisite dalle telecamere che – tra mille polemiche – furono distribuite nei luoghi strategici dell’isola per monitorare le coste vengono passate al vaglio nella sala operativa della Guardia Costiera di Ischia dove si procederebbe alla comminazione delle multe. Il ”Regno di Nettuno” fu istituito con decreto del Ministero dell’Ambiente nel 27 dicembre 2007 e identifica zone di mare dell’isola di Ischia, Procida e Vivara, divise in cinque zone di salvaguardia in cui sono regolamentate le attivita’ (navigazione, balneazione, ancoraggio, ormeggio, cattura specie animali etc.) che possono creare turbamento alle specie animali e vegetali sottoposte a tutela.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button