Statistiche
CRONACA

«Restituite la bici rubata», l’appello a Il Golfo

La bicicletta elettrica, una Giant di colore blu, è stata sottratta un mese fa a Piedimonte di fronte all’MD

Un appello accorato a restituire il maltolto. È quello che ha lanciato una lettrice de Il Golfo agli ignoti che un mese fa hanno rubato la bicicletta elettrica al marito. L’episodio si è verificato il 20 dicembre scorso, intorno alle ore 18.00 a Piedimonte. Dopo aver finito di lavorare, l’uomo aveva parcheggiato la bici di fronte all’MD, per recarsi a prendere un caffè prima di far ritorno a casa: nemmeno due minuti e la bicicletta, un modello elettricoGiant di colore blu, era sparita, nonostante il punto fosse frequentato da diverse persone in quel momento.

O forse proprio approfittando della relativa confusione, il ladro si è fulmineamente impossessato della bici. A nulla è valsa finora la denuncia alle forze dell’ordine: la bicicletta in un mese non è stata ritrovata, e le telecamere presenti nella zona non hanno consentito di risalire all’identità di colui che ha sottratto quello che era l’unico mezzo di trasporto per il marito della signora, che ci ha raccontato la disavventura: «Non porto nessun rancore verso chi ha preso la bici – ha dichiarato la signora – ma vorrei rivolgermi all’ignoto autore del gesto e soprattutto fare appello alla sua coscienza: quella bici elettrica, che è costata non poco, serviva a mio marito non solo per recarsi al lavoro, pure sotto la pioggia, ma anche per ogni altro spostamento. Aveva fatto vari sacrifici per acquistarla. Significava e significa molto per lui e per me: col cuore in mano chiedo dunque un po’ di comprensione, affinché il ladro possa ripensarci e restituire la bicicletta, magari rimettendola dov’era, oppure avvertendoci in maniera anonima anche tramite Il Golfo indicando il posto in cui poterla ritrovare. Il Signore terrà conto del pentimento di chi si ravvede, e io credo nel perdono», ha concluso la signora. A noi non resta che condividere l’appello, sperando che chi si è ingiustamente impossessato della bicicletta possa avere un ripensamento, e restituirla ai legittimi proprietari.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
3 Commenti
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Rossy

Nella vita c’è sempre speranza ma dopo un mese la vedo un po’ difficile che la bici possa riapparire. Molto strano che sia con denuncia e telecamere non è stato scoperto nulla. Fa molta rabbia subire cose di questo genere e mi domando, perché perdonare un gesto simile? Quando tu persona che hai fatto una cosa simile, in quel momento pensi che stai agendo per rovinare un’altra persona? Penso proprio di no. Altrimenti non faresti una cosa simile. Chissà se la bici sta ancora sull’isola o ha attraversato il mare per andare chissà dove.

Lusy

Hai perfettamente ragione perché chi fa un gesto del genere è una persona poco di buono, però tutti hanno un cuore e una coscienza e magari se ne è è rimasta ancora un po’ spero faccia in modo di far aver di nuovo la bicicletta al proprietario

Lusy

Sono una carissima amica della moglie e del ragazzo che ha subito il furto, spero davvero di cuore che possano riavere la bicicletta, sono due persone di un gran cuore e non meritano una cattiveria del genere. Lui è un ragazzo buono e un gran lavoratore e hanno fatto grandi sacrifici per acquistarla perché gli è costata non poco, non meritano davvero un gesto del genere. Faccio un’appello a colui che l’ ha rubata di passarsi la mano sulla coscienza e di non dimenticare che il karma restituisce tutto a tutti nel bene e nel male.

Back to top button
3
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x