Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Riecco Ylenia Pilato con i suoi artisti in mostra muiltitematica nelle Antiche Terme Comunali di Ischia con l’evento creativo “Very Peri” ispirato ad una bambola tanto cara all’artista

LA LISTA DEGLI ARTISTI SCELTI IN MOSTRA - Adelante Gianni Mattera, Ambrogio Castaldi, Anna Barone, Anna Shcherbakova, Antonio Del Monte, Carla Lauro, Carmine Calise, Claudia Rech, Clementina Petroni, Concetta Castagna, Emily Sirabella, Enrica Soligon, Francesca D'Ambra, Giovanni Mazza, Isabella Maria B., Justine Buono, Magda Kismet, Malaspina, Maria Caputo, Marianna Di Meglio, Maurizio Ronsini, Maurizio Zaccardi, Michele Avenel, Miro Mattera, Nunzia Zambardi, Paolo De Santi, Poetartista Francesco Terracciano, Roberta Levato, Rosa Patalano, Rossella D'Alterio, Salvatore Fusco, Salvatore Trentola, Vincenzo Tesone e la stessa Ylenia Pilato

Rieccola Ylenia Pilato, l’artista fantasista, scrittrice, poetessa, sognatrice, costruttrice del bello e dell’unico, organizzatrice di eventi d’arte dove a suo modo eccelle in prima persona, visionaria all’infinito. L’ultima sua “creazione” è la mostra “VERY PERI” vibrazioni viola inaugurata la settimana scorsa giovedi 3 marzo nell’antica sala delle Terme Comunali in collaborazione con la Pro Loco Isola Verde di Ischia e con la supervisione del suo neo presidente Gianni Mattera. Il discorso inaugurale è stato introdotto dall’assessore alla Cultura del Comune di Ischia Carmen Criscuolo che ha partecipato  anche al taglio del nastro. La mostra è stata multitematica: pittura, scultura, artigianato, fotografia e poesia. I visitatori hanno ammirato rapiti le opere esposte , seguendo una sorta di percorso multisensoriale e vibrazionale.

Il colore Very Peri, eletto pantone dell’anno, è stato interpretato da ogni artista secondo il proprio stile e la propria tecnica. Un senso di rinascita ha accolto lo sguardo pervaso da una bella energia cromatica. La mostra, che durerà fino al 2 aprile 2022, mira a catturare proprio quanto si afferma in questo momento  di transizione e di difficoltà che il mondo sta attraversando. Ispirandosi a questa tonalità, gli artisti hanno contribuito ad abbellire la storica Sala “ Sandro Pertini” regalando la loro visione e ponendo il futuro davanti alla luce della creatività. La mostra sarà aperta al pubblico dalle 9.00 alle 13.00 tutti i giorni tranne la domenica e dalle 15.00 alle 19.00 il martedì e il giovedì. Ben 34 sono stati gli artisti partecipanti: Adelante Gianni Mattera,Ambrogio Castaldi, Anna Barone, Anna Shcherbakova, Antonio Del Monte, Carla Lauro, Carmine Calise, Claudia Rech, Clementina Petroni, Concetta Castagna, Emily Sirabella, Enrica Soligon, Francesca D’Ambra, Giovanni Mazza, Isabella Maria B., Justine Buono, Magda Kismet, Malaspina, Maria Caputo, Marianna Di Meglio, Maurizio Ronsini, Maurizio Zaccardi, Michele Avenel, Miro Mattera, Nunzia Zambardi, Paolo De Santi, Poetartista Francesco Terracciano, Roberta Levato, Rosa Patalano, Rossella D’Alterio, Salvatore Fusco, Salvatore Trentola, Vincenzo Tesone e la stessa Ylenia Pilato.  – Adelante Gianni Mattera ha partecipato con due opere: BOADICEA action painting molto vivace e Sua Maestà il Castello Aragonese con uno sfondo rigorosamente Very Peri. Ambrogio Castaldi ha partecipato con l’opera Gemme, realizzata con  olio su tela che ritrae una donna nuda in una posa sensuale con uno sfondo viola. Anna Barone con l’opera Le radici del passato realizzata utilizzando l’ acrilico su tela. L’opera è la nostra versione dell’albero della vita. Tutto ciò che ci proietta nel futuro, nel progresso e nella rinascita è radicato fortemente nel nostro passato.

Guardiamo insieme al futuro e ad una vita migliore riscoprendo le nostre tradizioni. L’artista Anna Shcherbakova ha partecipato con due opere: Amarsi e Momento di eternità, entrambe olio su tela realizzate con il mestichino. Ha inoltre esposto alcuni suoi gioielli litoterapici, creati dal Master Reiki con cristalli di pietre preziose e semipreziose per armonizzare lo stato  psicofisico-mentale-emozionale, caricati in acqua miracolosa delle Ninfe di Nitrodi. Antonio Del Monte ha partecipato con una fotografia originale dal titolo “Aspettando l’estate” che raffigura un ombrellone viola chiuso in attesa di essere riaperto la prossima estate in un armonioso gioco di ombre. La poetessa Carla Lauro con la sua poesia Di Viola, ha descritto magistralmente il potere di questo colore, come una pittrice che vorrebbe dipingere la sua vita di viola. Il  maestro vetraio Carmine Calise ha partecipato con due opere: Anemoni bellezza del Mediteraneo, realizzata in acrilico su pannello che è una vera esplosione cromatica di forte impatto e  l’opera “Il mio Buddha” scultura in vetro fuso e ferro. La bravissima Caludia Rech con l’opera LUISA tecnica ad aria, dedicata alla madre ed eseguita con maestria grazie alla sua bravura nell’astrattismo. L’artista Clementina Petroni con l’opera  “Armonia di donne”, realizzata con pennarello su carta bristol. La sinossi di quest’opera racconta di  ogni donna che è  un essere naturale e profondo, una forza potentissima formata da istinti, creatività passionale, forza interiore e un sapere ancestrale. Benchè la sua presenza sia innata, secoli di cultura e civiltà hanno sempre cercato di soffocarla, domarla, ingabbiarla. Ma con il suo forte istinto di madre e di donna riesce a spezzare le catene per dimostrare con saggezza che il principio maschile e femminile sono indispensabili l’uno all’altro, e che solo menti contorte e disarmoniche si illudono di poter dominare e sottomettere colei che genera la vita. L’artigiana Concetta Castagna ha partecipato con le sue creazioni che fanno parte dell’artigianato dell’isola: una gallina e due cestini in rafia, tutti nei toni del viola.

YLENIA PILATO

L’artista Emily Sirabella, emergente, che ha partecipato con tre opere dedicate al mare: NAUTILUS tecnica mista su tela acrilico e fogli d’oro, IL VIAGGIO DI PARTENOPE acrilico su tela e LADDOVE C’E’ PACE, sempre in acrilico su tela che raffigura una simpatica tartaruga con il Castello Aragonese sul dorso. L’artista Enrica Soligon, che ha partecipato con il trittico dal titolo ALBA PURPUREA in acrilico e acquerello su tela. L’artista Francesca D’Ambra che ha partecipato con due opere in stile astratto dal forte potere vibrazionale: RIFLESSI VIOLA in acrilico su cartone telato e VIBRAZIONI VIOLA in acrilico su legno. L’artista Giovanni Mazza che ha partecipato con la sua opera CHIESA DEL SOCCORSO DI FORIO AL TRAMONTO olio su tela. Un bellissimo omaggio alla sua amata Forio che raffigura il gioiello architettonico della Chiesa del Soccorso al tramonto nei toni del viola. La poliedrica artista e pirografista Isabella Maria B. ha partecipato con due opere che sono un inno alla primavera: Anima di un fiore e Profumo di rose viola. L’artista Justine Buono con L’ESTENSIONE, un’opera realizzata con cucito su tela. L’artista Magda Kismet ha partecipato con due opere in stile naif: NEL GIARDINO, dedicata all ’innocenza: ogni essere umano possa ritrovare in sé la scintilla divina. FRECCIA DI FIORE che ritrae un angelo disceso in Terra a lanciare frecce di fiori nel cuore degli uomini che hanno dimenticato l’amore. L’artista Malaspina ha partecipato con due opere: Opera N.8 e opera N.9 entrambe olio su tela, di grande impatto visivo e dal sapiente accostamento cromatico. L’artista Maria Caputo ha esposto due opere dai toni raffinati: Ortensia in olio su tela e Frutti estivi realizzata con l’acquerello. L’artista e creativa Marianna Di Meglio ha partecipato con la sua opera  FLOWER LADY hydragea dancer in acrilico e fiori 3d in fommy, che raffigura una graziosa ballerina che indossa un tutù floreale.

ANTICHE TERME COMUNALI DI ISCHIA – L’ARTISTA YLENIA PILATO TAGLIA IL NASTRO ALL’ INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA

L’artista e scenografo Maurizio Ronsini che con la sua opera IMMENSITA’ in acrilico su tavola di compensato  ha reso omaggio al Castello Aragonese nei toni del viola. Una veste inedita ed affascinante che ha calamitato subito l’attenzione dei visitatori. Il noto scultore di Parma Maurizio Zaccardi ha partecipato con due opere: una scultura in bronzo che raffigura una donna con un angelo seduto sulla spalla. Illuminata con i fasci di luce diventa come per magia di colore viola. La seconda opera, invece, fortemente vibrante e a 3d,  raffigura due amanti che si abbracciano ad Ischia, il suo luogo del cuore. L’artista francese Michele Avenel, al suo secondo debutto ischitano, ha partecipato con tre opere: l’opera EVANESCENCE con tecnica gesso e pittura acrilica raffigura le meduse che fluttuano eteree come danzatrici in maniera elegante regalando una sensazione di fluidità. L’opera figurativa tanto cara all’artista dal titolo RITRATTO DONNA GINA FORMIGGINI SCRITTRICE  con tecnica gesso e pittura acrilica e l’opera Save Ukraine, come monito di stop alla guerra. Il giovanissimo Miro Mattera che ha partecipato con l’interesante opera BAGNANTI ALLA PORTA SACRA con olio su tela. L’artista isolana Nunzia Zambardi che ha deliziato i visitatori con le sue opere materiche molto originali senza titolo e realizzate con tecnica mista. Il pittore dei sogni Paolo De Santi che ha partecipato con tre opere in acquerello e tecnica mista: CAMPO DI MALVA, I TETTI VIOLA e LE BARCHETTE VIOLA. Poetartista Francesco Terracciano che ha presentato l’opera Violette realizzata in  acrilico su tela.

Ads
NUNZIA ZAMBARDI CON LA SUA OPERA

L’artista Roberta Levato ha partecipato con due opere:VEDI NAPOLI E POI VIVI in  acrilico tecnica spatola che raffigura il Vesuvio e l’opera MARILYN tecnica spatola e pennello  che raffigura la tanto amata Marilyn Monroe in chiave contemporanea. L’artista Rosa Patalano ha esposto due opere: CONNESSIONE olio su tela. Oggi siamo sempre preoccupati di essere connessi tramite telefonini e tablet e la nostra vita che appare sui social è sempre sotto gli occhi di tutti, ma al contrario ,come spiega l’artista,  siamo più connessi al nostro sé interiore, alla nostra anima e alla natura. Siamo alla ricerca della connessione vera di noi  con il divino che c’è in noi e con gli altri. Il colore viola è legato alla spiritualità, alla fantasia e all’era digitale. La seconda opera dal titolo Genesi di un angelo, sempre olio su tela, raffigura un angelo accoccolato in posizione fetale, sospeso tra la terra che non tocca più e il cielo che gli gocciola addosso coori caldi e freddi tra l’umano che non è più e il divino che ha dentro di sè. Un angelo che è racchiuso nel suo mondo colorato di pensieri nel tepore  di una carezza tra i capelli nel silenzio della notte. Rossella D’Alterio ha rapito i visitatori con la fotografia  subacquea su forex dal titolo Valzer del mare,  scelta anche per il calendario del Regno di Nettuno mese di febbraio. La sinossi dell’opera è così descritta: Le meduse sono creature affascinanti e misteriose. Fatte di acqua e soffici tessuti , assorbono la luce che le rende uniche, quasi liquide nel liquido, ballerine che invitano a seguirle nella loro danza.L’artista napoletano Salvatore Fusco, non nuovo alle collettive d’arte isolane, ha partecipato con due opere: PROFUMO DI DONNA acrilico su tela, che raffigura un’eterea figura di donna molto raffinata e l’opera ABBRACCIO realizzata con  acrilico su tavoletta che è molto vibrante con note di colore viola sullo sfondo, mentre le figure che si abbracciano sono in nero e in giallo.  L’artista napoletano Salvatore Trentola che ha partecipato con l’opera LETTERA AL DI LA’ DEL MARE realizzata con olio su tela. L’artista napoletano Vincenzo Tesone che ha partecipato con due opere: IL RAGAZZO CON LA CAPRA realizzato finemente con  matite acquerello su cartoncino e REMEMORARI N.1 realizzato con la medesima tecnica. Infine, l’artista e curatrice Ylenia Pilato ha esposto due opere: RITRATTO DI GEISHA , un collage di stoffa con dettagli in acrilico molto  affascinante, elegante ed attraente che rappresenta femminilità e mistero. Ha nell’anima una dimessa melodia che ritrae la perfezione sensuale dell’Oriente. L’opera dal titolo VERY PERI DOLL, un altro collage di stoffa con dettagli in acrilico, paillettes e frange che raffigura una bambola tanto cara all’artista. la sinossi è così descritta: “Mia bambola! Sei tu in un abito pitturato con il colore viola e un viso dipinto, attrice inconsapevole di favole incantate, principessa innamorata e fanciulla capricciosa. Amica dei giochi e compagna dei miei anni trascorsi, emergi dal baule dei ricordi in frammenti di attimi condivisi. Mia bambola Very Peri! Il tuo nome sussurro, sospira dentro di te un nuovo soffio di vita. Come su una nuvola rimembrata danziamo insieme”.

Ads

Elaborazione Foto di Giovan Giuseppe Lubrano Fotoreporter

Collaborazione di YLENIA PILATO

antoniolubrano1941@gmail.com

info@ischiandoblog.com

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex