ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Riesame: Costagliola resta ai domiciliari

Si è espresso il Tribunale del Riesame sul caso del sottufficiale dei Vigili Urbani, confermando la misura degli arresti domiciliari. I giudici non sono stati convinti delle argomentazioni difensive che sembravano, da una prima analisi, più che soddisfacenti per modificare lo stato di custodia cautelare attualmente sofferto da Michele Di Fiore Costagliola. Sussistono, infatti, per il Tribunale le circostanze in ordine al pericolo della reiterazione della medesima condotta, del pericolo di inquinamento probatorio che sono alla base del provvedimento adottato dal giudice per le indagini preliminari Pepe. I giudici si sono riservati di depositare la motivazione – in cui spiegheranno le ragioni del mantenimento del provvedimento cautelare  e quindi il respingimento dell’istanza della difesa. La difesa si aspettava un provvedimento diverso, una remissione in libertà. Oppure un affievolimento della misura coercitiva. Niente di tutto questo è stato ritenuto sufficiente a garantire, per i giudici della “libertà”, le esigenze cautelari. MA.GA.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close