Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Ripresa delle udienze, convocata l’assemblea degli avvocati

Il direttivo dell’Assoforense ha fissato per la mattina del prossimo 29 giugno l’adunanza, che si svolgerà in modalità telematica

È stata convocata per fine mese la nuova assemblea dell’Associazione forense dell’isola d’Ischia. Tuttavia, viste le restrizioni vigenti in materia di misure anti covid-19, l’assemblea straordinaria fissata per il giorno 29 giugno alle ore 10,00 in prima convocazione ed ore 11,00 in seconda convocazione, eccezionalmente si svolgerà in modalità telematica, mediante videoconferenza su un’apposita piattaforma, denominata “Zoom”. Un solo punto all’ordine del giorno, ma piuttosto corposo: la “ripresa dell’attività giudiziaria – spunti di riflessione”, oltre alle consuete “varie ed eventuali”.

L’assemblea arriva a pochi giorni dall’annunciata ripresa delle attività d’udienza “in presenza”, e se le aule finora hanno visto un’attività a scartamento ridotto, gli ultimi mesi sono stati soltanto apparentemente calmi nell’ambiente forense isolano. Non sono mancati infatti i segnali di insofferenza verso talune distorsioni evitabili, come l’assurda regola che richiede la presenza in aula degli avvocati per le cause rinviate d’ufficio, quando basterebbe una comunicazione via Pec: un paradosso esplicitamente denunciato dall’avvocato De Girolamo. Ma il principale nodo da sciogliere riguarda l’effettiva applicazione delle misure di sicurezza, sulle quali per il momento non esiste certezza. A parte le dichiarazioni ministeriali, nulla di concreto si è finora visto e gli interrogativi restano, mentre i professionisti isolani, dopo mesi di sostanziale sospensione delle attività, fremono per capire quando e come si potrà davvero ripartire. L’impasse è reale, e al momento non si vede un esplicito provvedimento legislativo in grado di chiarire i vari aspetti che l’emergenza covid-19 ha messo sul tavolo, creando nuove problematiche che si sono aggiunte a quelle già pesanti di cui soffre la sezione ischitana del Tribunale.

Venerdì scorso il direttivo dell’assoforense, nel deliberare la convocazione assembleare, ha anche inviato ai vertici del Tribunale una nota relativa alle possibili modalità di svolgimento d’udienza: i professionisti auspicano che le udienze presso il giudice di pace si svolgano nella giornata di mercoledì, divise in due fasce orarie mattutine, per un totale di non più di due dozzine di processi per giudice di pace. In tal modo si eviterebbe lo svolgimento delle udienze al martedì, giorno in cui del resto non si sono mai celebrate.

Intanto, l’inedito svolgimento dell’assemblea andrà pianificato con cura, in quanto la sperimentazione della videoconferenza impone di contingentare gli interventi di coloro che vorranno prendere la parola, definendone anticipatamente il numero e di conseguenza il limite della durata, per cui saranno ammessi solo gli interventi prenotati a mezzo email (all’indirizzo di p.e.o. dell’Associazione assoforenseischia@gmail.com ) entro le ore 20.00 di giovedì 25 giugno. Inoltre, il direttivo ha precisato che, a seguito dell’assemblea, in relazione a ciascuna delle delibere da adottare, si potrà esprimere il proprio voto unicamente mediante e-mail da inviare al citato indirizzo di p.e.o. assoforenseischia@gmail.com entro le ore 13.00 del successivo 30 giugno.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x