Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Rivista l’ordinanza che prevede il divieto di sbarco in via Vittorio Emanuele

PROCIDA – Gli accadimenti di questi ultimi giorni, riguardanti alcune disposizioni contenute nell’Ordinanza n. 3/19 a firma del comandante della Polizia Municipale nella quale, per regolamentare il traffico veicolare sul territorio, a seguito dei lavori di metanizzazione che interesseranno sino al 12 aprile prossimo Via V. Emanuele, nel tratto Piazza San Giacomo – Piazza Olmo, tra l’altro, si prevedeva il divieto di sbarco dei mezzi a motore sull’isola se non in possesso di relativa autorizzazione, sembrano arrivati ad una definizione frutto del buon senso di tutti i protagonisti. A porre in rilievo gli aspetti controversi della decisione del comandante Martino l’immancabile consigliere comunale Menico Scala il quale, dopo i post sui social, ha anche scritto una nota al Prefetto di Napoli (di seguito riportata) avente ad oggetto la richiesta di chiarimenti in merito all’Ordinanza n. 3/2019. “Vista l’ordinanza a Firma del Responsabile della Sezione Comandante Dott. Martino e per la precisione  n. 3 del 10/01/2018 che disciplina le modalità di traffico nella quale recita in un tratto della stessa: “Al fine di meglio programmare il traffico e rendere lo stesso compatibile con i lavori della metanizzazione viene dato incarico di estendere comunicazione del presente avviso alle compagnie di trasporto pubblico marittimo, prevedendo  il divieto di sbarco per i mezzi non in possesso di preventiva autorizzazione al transito rilasciato dal Comune.  Il divieto di sbarco viene applicato ai mezzi con ingombro maggiore di 1,60……”

Il sottoscritto Menico Scala chiede, se questa forma di divieto di sbarco non va contro le direttive dell’art.8 d.lvo 285/92 con la quale “nelle piccole isole, dove si trovino Comuni dichiarati di soggiorno o di cura, qualora la rete stradale extraurbana non superi 50 km e le difficoltà ed i pericoli del traffico automobilistico siano particolarmente intensi, il Ministro dei lavori pubblici (oggi Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.), sentite le Regioni e i Comuni interessati, può, con proprio decreto, vietare che, nei mesi di più intenso movimento turistico, i veicoli appartenenti a persone non facenti parte della popolazione stabile siano fatti affluire e circolare nell’isola. Con medesimo provvedimento possono essere stabilite deroghe al divieto a favore di determinate categorie di veicoli e di utenti”.Pertanto in caso di mancanza di legittimità della norma,  in cui si  mette in discussione anche l’aspetto sanzionatorio della stessa da applicare, chiedo delucidazioni in merito all’ordinanza specifica in materia di sbarco e circolazione”.

Sin qui i dubbi di Scala che, nella giornata di ieri, sembrano essere stati superati da una nuova Ordinanza, la n°5/19, nella quale sempre il Comandante Martino ha rideterminando il nuovo dispositivo che diventa: “vengono revocati i divieti di sbarco imposti con la propria precedente ordinanza n.3/2019, atteso il raggiungimento dello scopo di diffondere la conoscenza del disposto della stessa anche tra utenti provenienti da altri comuni; viene confermata l’interdizione al transito di via Vittorio Emanuele, nel tratto compreso tra l’incrocio tra via SS. Annunziata e via Cavour;

viene confermato l’itinerario verso S. Antonio da San Giacomo attraverso via SS. Annunziata, su cui viene istituito un senso unico di marcia, via Regina Elena, con movimentazione in senso unico alternato, e via Cavour, in senso unico di marcia, con transito consentito ai soli mezzi aventi larghezza inferiore a metri 1,60;

viene confermato l’itinerario in direzione porto da via Ammiraglio De Rubertis e via Flavio Gioia, su cui viene istituito un senso unico di marcia in direzione inversa rispetto a quanto storicamente in essere, via Regina Elena, con movimentazione in senso unico alternato, e via Marconi, in senso unico di marcia, per poi proseguire su via Libertà. In alternativa all’utilizzo di via Marconi potrà essere utilizzata via Dante, in senso unico di marcia in direzione piazza della Repubblica; Per entrambi gli itinerari il transito può essere consentito ai soli mezzi aventi larghezza inferiore a metri 1,95; viene confermata l’apertura al transito dalle ore 7.00 alle ore 8.30 lungo via Vittorio Emanuele anche del tratto compreso tra S. Giacomo e Piazza Olmo secondo tale senso di marcia. | veicoli a due ruote potranno percorrere tale tratto di strada anche in senso inverso, purché condotti a mano nei pressi del area di cantiere;

Ads

viene confermata l’inversione del senso di marcia lungo il tratto di via Flavio Gioia compreso tra piazza Olmo e via Ammiraglio De Rubertis con transito consentito in direzione via Ammiraglio De Rubertis / Piazza Olmo; il transito su via Pizzaco viene riaperto a tutti gli utenti, in senso unico di marcia, con direzione da via de Gasperi verso via Vittorio Emanuele, ad eccezione dei veicoli aventi larghezza superiore a metri 1,85; il transito su via IV Novembre ritorna ad essere consentito esclusivamente in direzione da via Pagliara/via de Gasperi;

Ads

veicoli provenienti da via de Gasperi ed aventi larghezza superiore a metri 1.85, non potendo percorrere via Pizzaco, giungeranno su via Pagliara percorrendo via IV Novembre in deroga al senso unico di cui al precedente punto;

su via Scipione Brandolini viene consentito il transito solo ai veicoli a due ruote; da tale disposto sono esentati i veicoli diretti alle proprietà frontiste, ivi comprese le attività commerciali, con entrata ed uscita su via Libertà, rimanendo a questi interdetta l’uscita su via Regina Elena;

l’esatto posizionamento degli impianti semaforici come già disposto, potrà subire variazioni su valutazione da parte del Comando Polizia Municipale in modo da assicurare il miglior snellimento dei flussi di traffico al variare delle condizioni dello stesso; Analogamente e con le stesse finalità potranno essere adottate al momento modifiche agli itinerari alternativi previsti al verificarsi di mutate esigenze; viene definitivamente riaperto il transito lungo via Cavour, secondo l’itinerario indicato nella presente ordinanza; gli accessi da strade chiuse o varchi privati lungo i percorsi su cui con la presente ordinanza viene istituito un senso unico alternato di marcia dovranno avvenire nel rispetto del senso vigente al momento dell’ingresso, secondo il flusso dei veicoli;

su via SS. Annunziata, via Regina Elena (con sospensione degli stalli di sosta attualmente presenti), via IV Novembre, via Flavio Gioia (ad eccezione degli stalli di sosta già presenti), via Marconi, via Brandolini, via Cesare Battisti, via Cavour (ad eccezione degli stalli di sosta già presenti), via Serra, via Dante e via Ammiraglio De Rubertis (ad eccezione degli stalli di sosta già presenti), viene istituito divieto di sosta e fermata permanente, con rimozione degli eventuali veicoli ivi presenti;

presso piazza S. Antonio ed a San Giacomo, zona “Mamozio”, vengono istituiti degli stalli di sosta riservati agli autobus del servizio pubblico di linea, che effettueranno il servizio istituendo un servizio navetta per il periodo 8.30/19.00, mentre dalle ore 19.00 alle ore 8.30 verrà garantito il transito ordinario dei mezzi adibiti al servizio pubblico di linea;

veicoli di privati cittadini aventi larghezza tale da non poter utilizzare gli itinerari alternativi previsti con la presente ordinanza potranno trovare modalità di circolazione con scorta da parte della Polizia Municipale, compatibilmente con le esigenze di servizio e previo accordo con la stessa, ordinariamente dopo le ore 20.00; eventuali mezzi di soccorso in servizio di emergenza godono di deroga alla presente ordinanza; l’interdizione al transito su via Vittorio Emanuele vede esentati i mezzi diretti alle proprietà frontiste, compatibilmente con lo stato di avanzamento del cantiere”.

Per ridurre gli inevitabili disagi derivanti dai lavori, inoltre, l’amministrazione comunale ha previsto, da questa mattina, un servizio navetta per la zona di Ciraccio. Tutti i giorni, inclusa la domenica, un taxi con l’insegna C1, partirà da piazza della Repubblica per raggiungere il Cimitero e tornare a piazza della Repubblica. Partenza dal capolinea ad ogni ora, dalle 8.00 alle 12.00.

La navetta può essere presa attendendo alle fermate del bus.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x