LE OPINIONI

ROSARIO CARUSO «La soluzione passa per Roma e Bruxelles, dunque serve l’apporto di chi è Senatore ed Eurodeputato»

«Abbiamo vissuto finora la sconfortante agonia della sezione distaccata di Ischia. A Roma devono parlar chiaro: vogliono che il Tribunale di Ischia sopravviva, o che venga cancellato? Noi possiamo essere decisivi in un ruolo di sprone, di pressione positiva, ma la realtà è che la soluzione del problema va sollecitata a Roma, dunque con un provvedimento legislativo. Questa è l’unico rimedio reale, lo abbiamo capito tutti. Venire a lavorare a Ischia è complicato, e non c’è diversità di trattamento con chi lavora altrove, non esistono incentivi. Dunque, come diciamo da tempo, è necessario il riconoscimento di sede disagiata. Finora non l’hanno fatto, perché servono i soldi per incentivare giudici, cancellieri,funzionari a venire a lavorare qui. E anche qui la soluzione passa per Roma, ma anche a Bruxelles, perché si tratta di un problema che riguarda l’intera Europa. Questo deve essere l’obiettivo principale, e oggi in un appuntamento come questo noto due assenze importanti e sorprendenti, quelle di due ischitani che hanno un peso notevolissimo nel panorama italiano ed europeo, in quanto uno è Senatore della Repubblica e uno è Eurodeputato. Il loro apporto è necessario per raggiungere i nostri obiettivi».


Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close