ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ruba in casa spruzzando spray urticante sull’anziana: è caccia alla ladra a Ischia

ISCHIA. E’ una vicenda dai contorni inquietanti e devastanti, che non va assolutamente sminuita ma anzi merita la massima evidenza. Perché in un territorio come l’isola d’Ischia – dove per fortuna gli episodi di delinquenza e microcriminalità, per quanto ormai diffusi, restano decisamente minori rispetto ad altre località – siamo davanti ad un nuovo modus agendi criminoso che mai avremmo potuto immaginare potesse sbarcare da queste parti. E prima ancora che le indagini affidate ai carabinieri della Compagnia di Ischia, guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione, possano identificare il responsabile del gesto che stiamo per raccontarvi, c’è davvero da augurarsi che si tratti di delinquenza proveniente dalla terraferma. Perché se si tratta di nostri concittadini, vuol dire che anche il nostro tessuto sociale (peraltro non più immacolato da diversi anni) è davvero scivolato in un punto da “allarme rosso”.

I fatti incresciosi che hanno fatto scattare l’attività investigativa delle forze dell’ordine si sono verificati sabato scorso. Nella tarda mattinata, e dunque in un orario di punta alla luce del sole, e per giunta non in area periferica ma nella centralissima zona di Corso Vittoria Colonna ad Ischia. Segno evidente che chi si è mosso non ha assolutamente timore di muoversi in luoghi affollati ed ha una certa dimestichezza del mestiere. Una donna, di cui si ignorano per adesso tanto l’identità quanto l’origine, si è introdotta all’interno di un’abitazione la cui proprietaria, una signora anziana, aveva lasciato l’uscio aperto. Quest’ultima si è resa conto che qualcuno era entrato ma non ha avuto nemmeno il tempo di abbozzare una reazione che la delinquente ha riferito di essere stata colta da un malore e ha chiesto un bicchiere d’acqua. Una scusa, un semplice escamotage per potersi introdurre all’interno dell’appartamento e a questo punto è accaduto l’irreparabile: la delinquente ha estratto uno spray urticante spruzzandolo con precisione chirurgica sul volto dell’anziana, che dolorante si è accasciato al suolo. A quel punto è scattata l’azione repentina e chirurgica che ha portato la donna a mettere la casa a soqquadro allontanandosi dalla stessa nel breve volgere di un paio di minuti e portando con sé un bottino consistente in alcuni gioielli e nei soldi della pensione che la vittima custodiva gelosamente. Resta da chiarire se la ladra abbia agito da sola, oppure considerando l’orario e la centralità del luogo in cui si trovava, avesse una seconda persona che facesse da palo e si accertasse che non transitasse nessuno che potesse interrompere o anche soltanto notare l’azione criminosa che si stava perpetrando in quegli istanti.

Non appena ripresasi dal dolore, ed anche dal comprensibile stato di choc, la donna ha avvertito i carabinieri e sul posto si sono portati i militari dell’Arma. Gli uomini del cap. Mitrione hanno passato al setaccio l’abitazione oggetto del furto alla ricerca di qualsiasi indizio ma soprattutto hanno raccolto le immagini di tutte le videocamere di sorveglianza ubicate in uno spazio decisamente ampio, quello che la donna potrebbe aver percorso per giungere all’abitazione dove ha messo a segno il suo piano diabolico. Immagini che in queste ore vengono guardate e riguardate con attenzione estrema, meticolosa, nella speranza che possano mettere gli inquirenti sulla pista giusta. Nel frattempo la vittima del furto si è portata presso la caserma dei carabinieri dove oltre a sporgere denuncia querela contro ignoti è stata anche ascoltata dai militari ai quali ha ricostruito la disavventura patita con estrema lucidità. Non solo, ha anche fornito un identikit della ladra che tornerà decisamente utile nella fase investigativa. In queste ore dalla Compagnia di Ischia l’invito è quello di non lasciare porte di casa aperte e di contattare immediatamente il 112 in caso di “movimenti sospetti”: il rischio, infatti, è che ci si potrebbe trovare dinanzi a una professionista o professionisti del mestiere e dunque a gente senza scrupoli che potrebbe tentare nuovamente colpi del genere.

Spulciando negli sconfinati mari del web, come abbiamo fatto noi, è facile rendersi conto che quella del furto nelle abitazioni e non solo da parte di delinquenti muniti di spray al peperoncino o comunque urticante è diventata una vera e propria (triste) consuetudine con centinaia di reati che vengono consumati in ogni angolo dello stivale. E con carabinieri e polizia che spesso sono riusciti ad arrestare bande di rapinatori seriali, che di questa tecnica avevano fatto un marchio distintivo e di fabbrica. Ecco perché c’è da augurarsi una volta di più che il caso registrato a Ischia possa rimanere isolato.

Gaetano Ferrandino

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close