CRONACAPRIMO PIANO

Ruba su una barca e scappa in furgone, arrestato

I Carabinieri della Compagnia di Ischia hanno arrestato il 42enne foriano Antonio Orefice: l'uomo avrebbe dovuto trovarsi a Qualiano in libertà vigilata ma in realtà si trovava a delinquere sulla nostra isola. E viaggiava su un Porter parimenti risultato rubato: sarà proposto anche al questore per il Daspo Urbano. Intanto prosegue l'attività investigativa dei militari per chiarire i dettagli delle tre persone sottoposte a lavanda gastrica per aver ingerito, secondo la loro versione, caramelle alla marijuana

Ad Ischia i Carabinieri della locale Compagnia hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per i reati di furto e ricettazione Antonio Orefice, 42enne di Forio già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, che era già sottoposto alla misura della libertà vigilata da scontare nel comune di Qualiano, è stato fermato in piazzale Trieste nei pressi del porto. Il 42enne era alla guida di un furgone Piaggio Porter che era stato rubato durante la notte tra sabato e domenica a Forio. Perquisito, è stato trovato in possesso di un borsello con all’interno documenti, effetti personali e uno smartphone.

Le indagini dei Carabinieri – effettuate analizzando le immagini dei sistemi di videosorveglianza – hanno permesso di ricostruire la vicenda. Orefice, poco prima, avrebbe rubato il borsello che era custodito all’interno di un’imbarcazione privata ormeggiata nel porto di Ischia per poi allontanarsi.

Il furgone e la refurtiva sono stati restituiti ai legittimi proprietari. Il fermato, che dovrà rispondere anche di guida con patente revocata, è stato trasferito in carcere in attesa dell’udienza di convalida che si svolgerà davanti al GIP presumibilmente già nella giornata di oggi. Lo stesso nei giorni precedenti si era reso autore di altri interventi da parte delle Forze dell’ordine per disturbo e molestie in varie località dell’isola d’Ischia e verrà pertanto anche proposto per l’applicazione del Daspo Urbano. Nel frattempo, arriva anche una nota dell’arma relativa alla vicenda di cui abbiamo ampiamente raccontato nella edizione di ieri nel nostro giornale. Una nota nella quale si legge che domenica pomeriggio i carabinieri della stazione di Forio, allertati dalla centrale operativa, sono intervenuti nell’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno.

Poco prima una 55enne, una 53enne e un 17enne (il ragazzo compirà 18 anni tra poco meno di un mese) si erano presentati – accompagnati da un parente – nel pronto soccorso per un’intossicazione.

I 3, tutti del posto e incensurati, hanno raccontato a carabinieri e medici di lavorare per una ditta di pulizie. Poco prima, mentre si trovavano in una camera di un albergo a Forio impegnati nella propria mansione, si facevano ingolosire dalla presenza di alcune caramelle mangiandone qualcuna. Dopo pochi minuti per le due donne e il ragazzo giramenti di testa e stato confusionale. I Carabinieri sono intervenuti nella stanza d’albergo segnalata – occupata da una coppia di turisti statunitensi incensurati di 37 e 31 anni – e lì hanno trovato e sequestrato una confezione di caramelle alla frutta molto note negli Usa.

Ads

I cubetti gommosi saranno sottoposti ad accertamenti. I 3 malcapitati sono ricoverati “in osservazione breve intensiva per disintossicazione, non in pericolo di vita”.

Ads

Indagini in corso da parte dei Carabinieri della compagnia di Ischia. Insomma, una vicenda sulla quale evidentemente occorre ancor adi fare chiarezza.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex