Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Ruba un portafogli al supermercato, beccata e denunciata dalla polizia

La 65enne G.L. ha commesso il furto ai danni di una signora mentre si trovava all’interno del Todis ad Ischia. Gli agenti del commissariato l’hanno deferita all’autorità giudiziaria con l’accusa di furto

Una brutta storia, una vicenda sulla quale dovremmo attentamente riflettere tutti. Perché quello che stiamo per raccontarvi è un fatto di cronaca, ma prima ancora un dramma della disperazione e della fame, debitamente nell’accezione letterale del termine. Perché la protagonista della storia che stiamo per raccontarvi è una persona perbene, non una consumata delinquente, che però ha commesso una leggerezza ed un reato perché spinta dalla necessità, e questo in un momento in cui l’isola ancora non ha iniziato quella che sarà la sua breve stagione turistica deve far riflettere non poco. Perché scene e fatti del genere, se non si garantiscono diversi mesi di lavoro e se il Governo centrale non interviene per mettere una pezza a colori, potrebbero diventare all’ordine del giorno a partire da ottobre, quando potrebbe profilarsi un inverno davvero da “lacrime e sangue”. Ma adesso i fatti, che rendono bene l’idea.

Lei, la protagonista, è G.L., una donna di 65 anni, una persona a posto. Non ha precedenti penali, ha sempre vissuto una vita dignitosa e decorosa. Da qualche tempo però, come vedremo a breve, le cose non girano come dovrebbero e questo influisce in maniera pesantemente negativa, non soltanto sull’umore e sulla psiche ma anche all’atto pratico, non riuscendo più a far fronte alla propria sussistenza quotidiana. G.L. è all’interno del supermercato Todis ubicato ad Ischia in via Vincenzo Di Meglio, subito dopo i Pilastri per intenderci, ed evidentemente sta facendo la spesa. Gira tra gli scaffali e all’improvviso si imbatte in un’altra cliente dell’esercizio commerciale, che le dà le spalle, ha la borsa semiaperta e soprattutto un porta banconote in bella vista. La tentazione è forte, troppo forte, ma non perché la donna sia una ladra di professione né tantomeno una cleptomane. E’ che ultimamente i soldi in casa scarseggiano e davvero non ce la si fa più nemmeno a poter comprare un pezzo di pane. A quella tentazione G.L. purtroppo non riesce a resistere: porta a segno il gesto criminoso e poi si allontana dal supermercato. Quando però la vittima del furto arriva alla cassa, si accorge di non avere più il portafogli con gli effetti personali e lancia immediatamente l’allarme. Fruga nella borsa, fruga di nuovo, controlla come meglio non potrebbe e poi capisce di essere stata derubata da qualcuno in un attimo di distrazione.

La vicenda è un dramma della disperazione: come spiegato ai poliziotti, la donna è in grosse difficoltà economiche dopo che il marito ha perso il lavoro a seguito dell’emergenza Covid-19. E’ stata individuata attraverso le videocamere di sorveglianza

Dell’accaduto vengono immediatamente messi a conoscenza gli agenti del commissariato di polizia di Ischia, guidati dal vicequestore Maria Antonietta Ferrara. La volante si reca immediatamente sul luogo del misfatto, ascolta la vittima del furto che però riferisce ai tutori dell’ordine di non essersi assolutamente accorta del fatto che qualcuno le avesse sfilato il porta banconote dalla borsa. A questo punto i poliziotti decidono di acquisire i filmati delle videocamere di sorveglianza interne del supermercato Todis e riescono ad individuare nella 65enne G.L. la responsabile del furto eseguito in maniera peraltro davvero magistrale. La donna viene raggiunta, identificata, fermata e condotta in commissariato. Qui viene interrogata ed alla fine – anche dinanzi all’evidenza di prove inconfutabili che la inchiodano alle proprie responsabilità – ammette di aver commesso il reato. Negli uffici di via delle Terme arriva anche il difensore di fiducia della donna, l’avvocato Felice Pettorino, che evita guai peggiori alla sua assistita osservando in premessa che non può scattare l’arresto a carico della donna dal momento che non c’è flagranza di reato. Ed alla fine, in effetti, G.L. viene “soltanto” denunciata in stato di libertà all’autorità giudiziaria con l’accusa di furto.

La donna, agli investigatori, ha spiegato il perché del suo gesto, confessando che il marito – impiegato presso un bar ristorante di Ischia – ormai non lavora da diversi mesi e non è stato richiamato nemmeno nel momento in cui l’attività dove prestava servizio ha riaperto i battenti. I soldi in casa cominciano a scarseggiare, se non sono addirittura esauriti e così G.L. si è resa artefice di un gesto che in condizioni di normalità mai e poi mai avrebbe compiuto. Gesto che tra l’altro non le avrebbe comunque cambiato la vita e neppure la giornata, visto che si è impossessata della modica somma di venti euro. Restava un ultimo dettaglio, quello di recuperare il portafogli sottratto alla derubata, che la 65enne ha però spiegato di aver lanciato dal finestrino della propria auto mentre percorreva la Superstrada. Ci piace chiudere con un auspicio, che questa storia possa rimanere un caso isolato. Ma che serva da monito, perché la crisi da Covid-19 presto potrebbe fare danni ben peggiori anche qui.

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Checco

“spinta dalla necessità”!!!! Come tutti i mariuoli. O pensate che spacciatori, ladri, evasori lo fanno per diletto? L’Italia è il paese del paradosso. Vuoi vedere che le tante persone che tirano la carretta rinunciando a tutto senza pensare mai a delinquere…. Sbagliano?

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x