Statistiche
ARCHIVIO 5

Sabato di fuoco per l’Arma: fioccano denunce, sequestri e verbali

ISCHIA. I controlli sul territorio, beninteso, non sono mai mancati, nemmeno in questo periodo autunnale e soprattutto nei fine settimana. Ma la vasta operazione messa in atto nella serata di sabato dai carabinieri della Compagnia di Ischia, e pianificata a tavolino nei minimi dettagli dal cap. Angelo Pio Mitrione, ha dato i suoi frutti dimostrando ancora una volta come dalle nostre parti certe abitudini siano davvero dure a morire. Uomini e mezzi dell’Arma, anche con l’ausilio di personale in servizio presso le varie Stazioni dislocate sull’isola, hanno effettuato una serie di posti di controllo sulle strade nevralgiche, con particolare attenzione alle arterie che si trovano in prossimità dei luoghi di divertimento più gettonati dalla movida. Diverse persone sono state fermate per essere sottoposte a test alcolemico e ben quattro di loro sono state denunciate in stato di libertà all’autorità giudiziaria con l’accusa di guida in stato di ebbrezza alcolica. Tutti i soggetti in questione si trovavano alla guida dei propri veicoli e sono risultati con tassi etilici nel sangue pari praticamente al doppio di quanto consentito dalle normative vigenti. Numeri considerevoli, che in un modo o nell’altro non possono che essere oggetto di riflessione: chi pensava che la pessima abitudine di mettersi alla guida dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo fosse stata debellata, evidentemente aveva fatto i conti… senza l’oste (e perdonateci la battutaccia di pessimo gusto). I controlli che sono stati messi in atto su tutto il territorio isolano (con particolare riferimento a Ischia e Forio, maggiormente frequentati dal popolo della notte) hanno fatto registrare anche un altro episodio deprecabile avvenuto proprio all’ombra del Torrione: un ventitreenne è stato fermato e nel momento in cui gli sono state contestate una serie di infrazioni al codice della strada, ha reagito in maniera tutt’altro che ortodossa, insultando i carabinieri proprio mentre gli stavano elevando una multa “salata”. Inevitabile la denuncia in stato di libertà all’autorità giudiziaria con l’accusa di oltraggio a pubblico ufficiale.

Ovviamente non sono mancati i servizi disposti e finalizzati alla prevenzione e repressione del sempre più diffuso fenomeno del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti. Tre persone sono state segnalate al Prefetto di Napoli perché trovati in possesso di modifche quantità di hashish, che era detenuto per uso personale. 7.5 grammi in totale la sostanza stupefacente che è stata posta sotto sequestro dai militari dell’Arma. Da segnalare anche che i carabinieri hanno effettuato anche controlli indirizzati alle persone residenti sul territorio isolano e sottoposti a misure restrittive. Un 31enne di Forio, infatti, tuttora agli arresti domiciliari, è stato ritrovato all’esterno della sua abitazione, dalla quale si era allontanato senza motivo. La sua “fuga” è stata segnalata alla magistratura e adesso c’è il rischio che lo stesso possa vedersi destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare che lo condurrebbe dritto nel carcere di Poggioreale. Tra le tante persone identificate, uno straniero è stato deferito perché si trovava da irregolare sul territorio italiano. Infine da segnalare, ma questa è una costante, che sono fioccati i verbali per violazioni di varia natura, in particolar modo per il mancato utilizzo della cintura di sicurezza: è di circa 8.000 euro l’importo complessivo delle contravvenzioni

Gaetano Ferrandino

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex