ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Salvatore Sodano: «Uniti per difendere il nostro diritto alla continuità territoriale»

Negli ultimi anni il coordinamento sta portando avanti delle iniziative volte al miglioramento di quelli che sono il trasporto terrestre e i collegamenti con la terraferma. Ogni giorno tante persone – in prevalenza studenti e lavoratori – usufruiscono di aliscafi e traghetti per poter giungere a Napoli. Sappiamo bene però che il diritto alla continuità territoriale, per i motivi più disparati, non sempre viene garantito.

«Il coordinamento è nato circa due anni e mezzo fa, quando mancavano completamente gli autobus sull’isola. Rimasero dieci autobus in circolazione, e avevamo una serie di traghetti poco funzionali per quanto riguarda il trasporto, oltre a degli orari precari. Ci siamo riuniti in un gruppo per affrontare questo problema. Stiamo cercando di fare un lavoro di coesione, e abbiamo coinvolto anche le amministrazioni locali, che infatti stanno partecipando frequentemente ai nostri incontri proprio per cercare di ottemperare a queste mancanze che ultimamente ci sono state. Sicuramente sappiamo che c’è stato chi ha tentato di fare altre cose, di dare altre soluzioni. Ognuno di noi si impegna a titolo gratuito per cercare di trovare e andare a verificare quali sono le anomalie e cercare di portarle avanti per risolverle. Una fra tutte fu proprio quella riguardante i pullman: grazie all’aiuto della Regione – che ci ha ascoltato e che ha seguito la vicenda – abbiamo ottenuto dei miglioramenti per quanto attiene il servizio autobus. Abbiamo comunque preso contatti con l’Eavbus, ci sono stati degli incontri, e c’è un piano permanente di incontri con l’azienda».

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close