Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Sanità, il Cudas: «Non sarà una mancata risposta a consegnarci al silenzio»

di Sara Mattera

ISCHIA. Dopo un mese di relativo silenzio, il CUDAS, fa sentire nuovamente la propria voce sul delicato tema della sanità isolana. A scatenare l’ira del comitato unitario per il diritto alla salute, nato lo scorso maggio, le mancate risposte da parte dei vertici dell’Asl Napoli2 Nord sul futuro dell’Unità Coronarica di Terapia Intensiva dell’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno. Come i lettori ricorderanno, lo scorso 15 Ottobre, il Cudas aveva, infatti, indirizzato una nota al dirigente dell’azienda sanitaria napoletana Antonio D’Amore  chiedendo delucidazioni in merito ad alcune dichiarazioni che il commissario ad acta della Regione Campania, Joseph Polimeni e il sub commissario D’Amario avevano sottoscritto in una missiva inviata allo stesso D’Amore, nella medesima giornata in cui ad Ischia si era tenuta la grande mobilitazione per la sanità isolana. Nella missiva in questione – lo ricordiamo – Polimeni aveva sottolineato che “nulla vietava all’azienda sanitaria napoletana di provvedere  di un’unità coronarica il presidio dell’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno”. In poche parole, il commissario sembrava aver lasciato la decisione della permanenza dell’Utic isolana nella mani dell’Asl Napoli2 Nord.  Un’azione questa che aveva  sollevato non poche perplessità al Cudas, dal momento che la decisione finale di sopprimere o meno l’UTIC di Ischia deriverebbe,  comunque dal Piano Ospedaliero Regionale, come sostenuto in diverse occasioni anche dallo stesso dirigente dell’Asl Napoli2 Nord.  

Ancora oggi, nonostante la richiesta di chiarimento, le delucidazioni da parte di D’Amore, però, tardano ad arrivare, con la comunità isolana che continua ad avere dubbi sul futuro dell’Utic e sulle azioni che l’Asl Napoli2 Nord ha intenzione di intraprendere a tal proposito.  Ecco perché, nelle scorse ore, non è mancato l’attacco polemico da parte del comitato per il diritto alla salute.   «Ad oltre venti giorni dal recapito della nostra lettera – scrivono i membri del Cudas – Antonio D’Amore non si è degnato di dare una risposta al Comitato sul futuro del Rizzoli. Ci aspettavamo chiarimenti ai dubbi nostri e di tanti cittadini isolani. Auspicavamo che D’Amore ci rassicurasse una volta per tutte sulla reale capacità dell’Asl di dare seguito a questo mandato di Polimeni, nonostante il Piano ospedaliero non sia stato emendato rispetto al taglio dell’Utic isolana, come D’Amore aveva spesso sollecitato. E ci aspettavamo che il direttore generale ci illuminasse sulle discordanze che emergono tra il piano ospedaliero regionale e l’Atto aziendale licenziato recentemente proprio in riferimento alla configurazione dell’Utic rispetto al sistema dell’emergenza cardiologica delineato da Polimeni.   Questo silenziose stride fortemente con la disponibilità manifestata dal direttore D’Amore, pochi giorni prima della manifestazione di Ottobre, a rispondere alle richieste dei cittadini isolani.  Evidentemente la disponibilità a rispondere vale solo per le email individuali e non per la lettera di un comitato di Cittadini che tra Luglio e Ottobre è stato in grado mobilitare migliaia di persone sui temi del diritto alla salute e di assistenza sulle isole”.  

Nota polemica, dunque, da parte dei membri del Comitato che, nonostante il silenzio  degli organi competenti dichiarano di non volersi arrendere. «Proprio per il rispetto che dobbiamo a quelle persone – conclusone e alle questioni vitali per cui siamo scesi in piazza, come Cudas continueremo a porre domande, a esplicitare dubbi, a evidenziare carenze e inadeguatezze, a presentare proposte  com’è nel nostro diritto -dovere di cittadini.  Alla dirigenza dell’Asl e a qualunque altro referente con il dovere istituzionale di dare risposte, di sciogliere dubbi, di risolvere problemi, di migliorare la qualità dei servi pubblici. Non sarà certo la mancata risposta a una raccomandata a consegnarci al silenzio!»

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex