Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Sanità isolana, salta l’audizione in Regione

di Marco Gaudini

 

ISCHIA – Avevamo apprezzato positivamente la celere convocazione della Commissione Sanità della Regione Campania, per discutere delle criticità del Sistema sanitario dell’isola d’Ischia. L’audizione che si sarebbe dovuta tenere nel primo pomeriggio di oggi, presso la sede del Consiglio Regionale, però è stata sconvocata ieri dal Presidente della Commissione Sanità, il Consigliere Regionale del Partito Democratico, Lello Topo. All’incontro erano  invitati il Commissario Straordinario dell’ASL Napoli 2, i Sindaci dei sei Comuni isolani, più quello di Procida, il Commissario ed il sub Commissario ad acta. Sembra che proprio l’indisponibilità del primo degli invitati, il Commissario Straordinario dell’ASL Napoli 2, il dott. Antonio D’Amore, abbia fatto slittare la convocazione dell’audizione. In quanto i sindaci avendo appreso dell’assenza dichiarata per altri impegni del Commissario D’Amore, avrebbero chiesto al Presidente della Commissione, di spostare l’audizione, in altra data dove poter garantire la presenza del Commissario D’Amore. Il Consigliere Topo, sembra quindi, aver accolto anche questa richiesta dei primi cittadini isolani. Bisogna ricordare, infatti, che sono stati proprio i sei Sindaci dell’isola, a sollecitare una rapida convocazione di questa audizione, per discutere delle tante, troppe criticità legate al Servizio sanitario sulla nostra isola. Con una nota, infatti, i primi cittadini avevano dichiarato l’ormai indifferibile necessità di un incontro sul tema. Ecco il testo della lettera firmata dai sei sindaci ed inviata al Presidente della Commissione Sanità, il Consigliere Topo circa dieci giorni fa: “Elementi di criticità del Servizio sanitario sull’isola di Ischia. Richiesta di audizione urgente. In relazione all’oggetto, si fa seguito a pregresse comunicazioni e a più volte manifestate preoccupazioni già partecipate agli amministratori in regime ordinario e straordinario della ASL Na 2 Nord fin dal Giugno 2013,  per rappresentare lo stato di grave disagio avvertito dalle comunità cittadine dell’isola di Ischia a seguito del piano di dimensionamento del personale ed alla previsione di organico aziendale per le strutture insulari. In particolare desta particolare sconcerto nella cittadinanza e negli utenti fruitori del servizio, la progressiva eliminazione dei servizi relativi alla Struttura Intermedia Residenziale per utenti con disagi psichici, la grave situazione dei servizi per la  salute mentale su tutto il territorio dell’isola di Ischia, la carenza di organico del Polo di psicologia-clinica gratuitamente ospitato nei locali messi a disposizione dl Comune di Ischia nonché la concreta fruibilità dell’unico presidio ospedaliero dell’isola rappresentato dall’Ospedale Anna Rizzoli di Lacco Ameno e la situazione determinatasi presso la Residenza sanitaria Assistenziale di Villa Mercede nel Comune di Serrara Fontana. Gli scriventi chiedono pertanto urgente audizione congiunta a nome delle amministrazioni rappresentate presso Codesta Commissione in indirizzo, confidando nella sensibilità dell’organo collegiale al fine di individuare percorsi possibili e soluzioni idonee a limitare lo stato di disagio dei cittadini dell’isola in relazione alla fruibilità dei servizi sanitari. In attesa di cortese riscontro e dichiarando fin d’ora la disponibilità delle amministrazioni rappresentate a fornire ogni eventuale richiesto contributo alla individuazione delle soluzioni più idonee a garantire più efficaci ed efficienti servizi sanitari, nell’interesse delle comunità locali, l’occasione è gradita per porgere cordialità”. Criticità, quelle espresse nella nota, come tante altre a cominciare dalla vicenda del trasporto sanitario d’emergenza, tutte ancora irrisolte, e tutte al momento senza una strategia di intervento. Nulla infatti è stato fatto se non le promesse, anche del Presidente della Commissione, il Consigliere Topo, che conosce bene l’isola, in quanto è stata tappa fissa nelle varie campagne elettorali. Al momento però oltre alla convocazione e poi sconvocazione della Commissione non si registrano altri atti degni di nota. Vedremo, nei prossimi giorni se ci saranno sviluppi utili,e se soprattutto, finalmente si cambierà rotta nella gestione della sanità sulla nostra isola.

 

 

Ads

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x