Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

SANTA RESTITUTA: LA FESTA E’ FINITA HA VINTO LA FEDE ED ANCHE IL…TURISMO RELIGIOSO

La festa è finità. Santa Restituta 2018 va in archivio appaiandosi a tutte le altre edizione del passato lontano e recente che compongono il libro d’oro dei solenni festeggiamenti di tutti i tempi svoltisi a Lacco Ameno e San Montano in onore della giovane  martire Santa Restituta  Patrona insieme a San Giovan Giuseppe della Croce di tutta l’isola d’Ischia. Il 17 e  18 maggio sono stati i giorni solenni finali della festa che ha visto Giovedì  mattina nel Santuario dedicato alla San, la celebrazione del pontificale del Vescovo d’Ischia Mons. Pietro Lagnese e la cerimonia dell’offerta della lampada votiva da parte di tutti e sei i sindaci dell’isola in ricordo del cinquantesimo anniversario del sacro rito. Inoltre nel pomeriggio dello stesso giovedi di festa per la ricorrenza della Santa, ha avuto luogo la grande processione via mare da Lacco Ameno fino a Casamicciola e ritorno a Lacco Amen via terra, giungendo alla meta intorno alle 23, 00 della sera con tutto il popolo dei devoti al seguito.Nella Chiesa-Santuario dedicata alla Santa,  è conservata la bella statua lignea di  Santa Restituta, ricoperta di gemme preziose ed oro finissimo regali dei fedeli. Essa viene portata in processione per le strade del paese più di una volta. Giovedì 17 maggio,  giorno della solennità di Santa Restituta e giorno principale dei festeggiamenti, il simulacro della Santa  in processione via mare. È  tornato a Casamicciola dopo la visita dei giorni scorsi nelle zone del terremoto del 21 agosto scorso. Anche quest’ anno è mancata per la solenne processione  l’Urna di marmo contenente le spoglie mortali della Santa, custodite nel Duomo di Napoli e trasferite sull’isola in occasione  del 17esmo centenario del 1984 , e da quella data  altre tre volte. L’ultima volta fu l’anno in cui il Vescovo  Pietro Lagnese prese possesso della diocesi. Le precedenti occasioni furono invece vissute dal Vescovo Antonio Pagano e dal Vescovo Filippo Strofaldi. La processione via mare,  è partita  dal pontile di Lacco Ameno, in direzione Punta Caruso, p Nella Chiesa-Santuario dedicata alla Santa,  è conservata la bella statua lignea di  Santa Restituta, ricoperta di gemme preziose ed oro finissimo regali dei fedeli. Essa viene portata in processione per le strade del paese più di una volta. Giovedì 17 maggio,  giorno della solennità di Santa Restituta e giorno principale dei festeggiamenti, il simulacro della Santa  in processione via mare. È tornato a Casamicciola dopo la visita dei giorni scorsi nelle zone del terremoto del 21 agosto scorso. Anche quest’ anno è mancata per la solenne processione  l’Urna di marmo contenente le spoglie mortali della Santa, custodite nel Duomo di Napoli e trasferite sull’isola in occasione  del 17esmo centenario del 1984 , e da quella data  altre tre volte. L’ultima volta fu l’anno in cui il Vescovo  Pietro Lagnese prese possesso della diocesi. Le precedenti occasioni furono invece vissute dal Vescovo Antonio Pagano e dal Vescovo Filippo Strofaldi. La processione via mare,  è partita  dal pontile di Lacco Ameno, in direzione Punta Caruso, poi cambio rotta e prua verso Casamicciola, dove ad attendere Santa Restituta, si è fatto trovare  tutto il popolo Casamicciolese e molti fedeli  dei Comuni di Ischia e Barano. Venerdì oi cambio rotta e prua verso Casamicciola, dove ad attendere Santa Restituta,al porto,si è fatto trovare  tutto il popolo Casamicciolese e molti fedeli  dei Comuni di Ischia e Barano. Lo spettacolo dei fuochi pirotecnici finali di ieri sera affidatgi alla Pirotecnbica Sorrentina, ha entusiasmato tutti i presenti, e non può non essere considerato uno dei principali  poli d’attrazione  della festa per i turisti in vacanza  in questo periodo a Lacco Ameno e sull’isola Quella di Santa Restituta è  la prima festa grande patronale ischitana dell’anno, e fa da battistrada a tutte le altre nel generale programma della politica del Turismo Religioso in atto nell’ isola d’Ischia. Le nostre feste patronali di punta, quali quelle di Santa Restituta il 17 maggio a Lacco Ameno, San Vito a Forio il prossimo 15 giugno, San Giovan Giuseppe della Croce a Ischia Ponte l’ultima settimana di agosto ed inizio settembre, e San Michele Arcangelo a Sant’Angelo il 29 settembre, insieme a tutte le altre feste patronali  minori che si svolgono nei sei comuni e frazioni della nostra isola, compaiono nei programmi e negli itinerari turistici di tutte le agenzie che operano nel settore. Ed è un dato di fatto se si vuol favorire il turismo religioso sull’isola.

                                                                                                     antoniolubrano1941@gmail.com

 

 

 

Ads

 

Ads

 

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x