Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Sant’Angelo e il caso del paletto, Progetto Ischia: «Il sindaco convochi una conferenza programmatica»

SERRARA FONTANA. Una conferenza programmatica su ZTL e servizi medico sanitari d’urgenza per il Comune di Serrara Fontana e più specificatamente per il borgo di Sant’Angelo. La chiede il gruppo “Progetto Ischia” capitanato dal Consigliere dell’opposizione di SerraraFontana, Roberto Iacono, dopo il drammatico evento occorso nei giorni scorsi sul rinomato borgo montano. Domenica scorsa, infatti, come riportato sulle colonne di questo giornale, l’ambulanza della Croce Rosa, chiamata a soccorrere una turista tedesca – poi deceduta –  alloggiata presso un hotel della zona, è rimasta bloccata all’esterno dell’area a traffico limitato a causa della presenza di un paletto la cui rimozione è stata possibile soltanto quando un noto commerciante della zona, Rocco Barocco, ha messo a disposizione dei soccorsi la chiave in suo possesso dopo il tam tam per la ricerca della  stesse partito da parte dei cittadini del borgo. Una ricerca questa che ha richiesto un discreto arco di tempo,  durate il quale i sanitari, hanno raggiunto a piedi l’albergo, in attesa che l’ambulanza potesse avere accesso all’area pedonale. Quanto accaduto, ha insomma, sollevato una serie di polemiche e di leciti dubbi sulla dinamica dei fatti che sono ancora oggi, a distanza di diversi giorni, al vaglio della Procura di Napoli. Non si capisce, infatti, come mai, l’associazione Croce Rosa pur avendo dichiarato di essere in possesso della chiavi, si sia dovuta rivolgere agli altri abitanti del borgo. Come d’altronde neppure si è capito come mai una sbarra automatica costata recentemente al Comune di Serrara Fontana ben 8.000 euro fosse fuori uso.

Oltre alle polemiche, tuttavia, l’incresciosa vicenda ha portato  alla luce una serie di criticità, prima fra quella relativa all’ inadeguato sistema di regolamentazione ZTL  nel comune montano, che più che dotare le zone pedonale di sbarre e paletti, avrebbe forse dovuto optare, nei mesi scorsi, per l’installazione di un varco assistito da apposite telecamere, sulla falsariga del sistema di regolamentazione del traffico in dotazione del Comune di Ischia. Su questo punto e non solo, il Gruppo Progetto Ischia,  già artefice di un’interrogazione sui fatti accaduta,, ha quindi indirizzato al primo cittadino del Comune montano una richiesta per l’indizione di una conferenza programmatica ad hoc. “Nei giorni scorsi – ha scritto il Consigliere Iacono – la Comunità di Serrara Fontana è stata scossa da un fatto grave che tutti avremmo voluto non accadesse: la morte di un ospite in vacanza nella nostra Sant’Angelo.  In attesa che gli inquirenti facciano la dovuta chiarezza, riteniamo che quanto accaduto rappresenti l’occasione non per alimentare inutili polemiche tra maggioranza e minoranza dell’amministrazione comunale, ma piuttosto assumessero i provvedimenti necessari ad evitare il ripetersi di simili accadimenti, lavorando tutti, ciascuno nella propria funzione istituzionale, nell’interesse del bene comune ed in particolare della tutela della salute di residenti e turisti e delle condizioni di lavoro migliori per imprenditori ed operatori». «Per questo – ha proseguito  Iacono – proponiamo al sindaco Rosario Caruso di convocare una conferenza programmatica tra l’amministrazione di Serrara Fontana, le altre istituzioni pubbliche competenti, quali l’Asl, nonché le associazioni di categoria e del terzo settore locali per discutere con urgenza, visto l’imminente inizio della stagione estiva dei problemi del territorio e per avviarne la risoluzione. In particolar modo a cominciare dai seguenti punti: regolamentazione efficacia della ZTL, ripristino nel borgo di Sant’Angelo di un punto di Pronto Soccorso, realizzazione di piantine informative con l’indicazione delle postazione in cui sono situati gli apparecchi defibrillatori già a disposizione nel centro del paese, corredati da numeri e contatti  di coloro che sono in possesso del corso blsd e della relative certificazione. Restiamo in attesa di un cordiale riscontro». Insomma, l’obiettivo della proposta è quello di evitare che nuovamente simili avvenimenti si ripetano soprattutto in un borgo come quello di Sant’Angelo che ogni anno attira numerosi turisti. Se la proposta lanciata sarà accolta è difficile dirlo, visti anche i rapporti poco felici tra maggioranza e minoranza. Staremo a vedere, quindi, cosa succederà.

 

 

 

Ads

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x