ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Sant’Angelo, sempre più accesa la battaglia contro i carrelli elettrici

È sempre più accesa la battaglia ai carrelli elettrici nel Borgo di Sant’Angelo e soprattutto contro chi cerca di fare il furbo non rispettando le nuove direttive entrate recentemente in vigore.  Come si ricorderà, infatti, alcuni giorni fa, sulle colonne di questo giornale, avevamo parlato delle disposizione adottate dall’amministrazione di Serrara-Fontana, guidata dal sindaco Rosario Caruso per disciplinare la circolazione dei suddetti carrelli all’interno delle stradine di Sant’Angelo. All’origine del provvedimento, il continuo ed indisciplinato via vai dei mezzi in questione, utilizzati indifferentemente da privati e cooperative per il trasporto di bagagli, merci, e persone, che ha mette a rischio l’incolumità dei pedoni, oltre a danneggiare l’immagine turistica del rinomato borgo.  A causa delle numerose proteste pervenute in merito, il primo cittadino del Comune montano, nei giorni scorsi, era stato così costretto ad emanare un’ordinanza ad hoc vietando il transito dei carrelli elettrici a Sant’Angelo, nelle ore serali ed in particolar modo dalle ore 20.30 alle ore 24.00 con conseguenti multi e sospensione delle autorizzazione per gli eventuali contravventori. Un provvedimento, tutto sommato, non troppo restrittivo,ma che non ha mancato comunque di suscitare un certo disappunto da parte dei privati e soprattutto di quanti destinano l’utilizzo dei carrelli a trasporto pubblico non gratuito.  E qualcuno, ovviamente, sapendo che il servizio di vigilanza del Comune di Serrara-Fontana è stato esteso solo fino alle ore 22.00 e che le forze dell’ordine poco controllano la zona in questione, non ha mancato, all’indomani dell’entrate in vigore delle nuove disposizione di fare il furbo e di ignorare l’ordinanza.

I cittadini però non ci stanno e diversi residenti della zona si dicono pronti ad attivare una vera e propria taskforce anti carrelli, segnalando a chi di competenza  quanti non osserveranno il divieto di circolazione nelle ore indicate. Compre il consigliere della maggioranza di Serrara-Fontana, Lucio Poerio Iacono che, alcuni giorni fa, sul proprio profilo facebook, ha annunciato, senza mezzi termini che darà battaglia agli eventuali furbetti. « Io ed altri cittadini – ha dichiarato infatti il Consigliere – siamo pronti a mettere in campo il metodo tedesco: se un cittadino, commette un’infrazione sarà un altro a fargliela notare. Quindi, quelli che trasgrediranno il divieto serale dei carrelli elettrici, sbagliano se pensano di poterla fare franca».  Insomma, quella contro i carrelli elettrici sembra essere diventata la battaglia per eccellenza del Borgo di Sant’Angelo di questa estate 2017 ed è, con ogni probabilità, destinata ad essere solo agli inizi. Chissà se questa intricata vicenda, non spingerà quindi, l’amministrazione di Serrara-Fontana a rivedere  l’intero regolamento esistente in materia di carelli elettrici a tal proposito e che oggi più che mai sembra essere diventato alquanto obsoleto.

Sara Mattera

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button