Statistiche
CRONACA

Sant’Angelo tra sporcizia e inciviltà, l’accusa dei Verdi

Schiuma a mare, materiale di risulta su un costone, immondizia e incuria nelle foto della responsabile locale del partito del sole che ride

Schiuma a mare, materiale di risulta su un costone, caditoie sporche, immondizia in bella vista e tanta incuria. I Verdi Ischia, tramite la responsabile Mariarosaria Urraro, denunciano lo stato in cui versa il borgo di Sant’Angelo, tramite un accurato reportage fotografico: « Sant’Angelo – scrive l’instancabile Urraro – è un piccolo e suggestivo borgo marinaro, una piccola bomboniera ma sicuramente non riceve le giuste attenzioni e soprattutto non viene tutelato come dovrebbe. Ieri purtroppo e non è la prima volta, era ben visibile della schiuma in acqua, nello specchio di mare al disotto di un costone pieno di materiale di risulta. Com’è possibile che su un costone che costeggia la stradina principale di Sant’ Angelo vi sia materiale di risulta?

Resti di mattoni, pavimenti, cavi elettrici, tubi di gomma e tanto altro. A pochi metri dal costone della vergogna, in bella mostra un contenitore dell’immondizia in metallo traforato, dove non solo è possibile ammirare il contenuto ma anche sentire gli odori, visto che è posizionato sotto al sole. Ormai sulla nostra isola l’immondizia si mette in bella mostra. Sulla spiaggia di Sant’Angelo a fianco a un pattìno l’immancabile catasta di sacchi neri dell’immondizia». Queste e altre testimonianze, a cui si aggiunge l’inciviltà di chi lancia cartacce e immondizia dai muretti della fermata bus, fanno da base all’appello all’amministrazione comunale affinché valorizzi l’incantevole borgo, concentrandosi maggiormente sulla tutela ambientale, la pulizia, curando l’estetica cittadina e l’arredo urbano e ogni piccolo particolare.

Articoli Correlati

2 Commenti

  1. Ti si addice l’instancabile Urraro. Brava, complimenti non ti arrendere mai. Solo che è tutto inutile. Della piccola bomboniera resta solo il velo perché i confetti se li sono mangiati.

  2. a me sinceramente questi interventi di svariati ambientalisti, sembrano solo di facciata, lo sanno pure le pietre per strada, di chi e’ quel tubo che scarica direttamente a mare, basterebbe andare negli uffici (cc,vigili,capitaneria di porto) x leggere le denunce contro quel tubo , e contro quella persona in particolare, ma si sa anche che chi vota nel modo giusto non si tocca

Rispondi

Back to top button