Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Sant’Anna 2021, manifesto promosso ma numerazione sbagliata, gli storici costruttori chiedono di riparare all’errore

GAETANO MASCHIO DA FORIO IL VINCITORE DELL’ULTIMA SANT’ANNA DEL 2019 E DEGLI ANNI PRECEDENTI 2009, 2011 E 2015: “La vostra ricostruzione è molto chiara. Ripartire con la numerazione corretta delle edizioni realmente svoltesi e distinguerla come appartenente al nuovo ciclo del dopo Covid sanitario seguendo la progressiva numerazioni degli anni solari e darvi speciale priorità. Confido negli organizzatori che prendano la decisione giusta anche a tutela di noi concorrenti premiati. Se confusione c’è va chiarita”.

Purtroppo per la numerazione delle edizioni della Festa a Mare agli Scogli di S,Anna si persiste nell’errore. Fino a quando la Festa l’ha riorganizzata l’EVI a partire dall’anno 1952, la si reclamizzava, passandola alla storia con la sola datazione dell’anno in cui la Sagra aveva luogo come ad esempio indica una vecchia locandina della Festa del 1959 fatta stampare e diffusa dall’Ente organizzatore. Nel 1962 l’EVI si concesse una pausa ed affidò l’organizzazione della Festa ad un Trio di giovani titolari del giornale isolano il “Corriere dell’Isola d’Ischia” e della prima Agenzia di Stampa e Pubblicità sorta ed operante a quel tempo a Ischia rappresentata dal sottoscritto Antonio Lubrano, da Pino Buono poi fondatore di Tele Ischia lasciata in eredità al figlio Enrico e da Renato Conte di Napoli.

BARCHE ALLEGORICHE VISTE DALL'ARTISTA ANGELA IMPAGLIAZZO
BARCHE ALLEGORICHE VISTE DALL’ARTISTA ANGELA IMPAGLIAZZO

L’anno dopo 1963 la Festa tornata nuovamente all’EVI, ha proseguito il suo corso fino a quando negli anni ’70, soppresso l’EVI sarà la Regione a manovrare i fili della Festa prima col suo commissario Vismata di prima nomina alla nascente Azienda Turismo e poi demandando la cura della manifestazione al Comune d’Ischia. Con i nuovi organizzatori nascono le edizioni numerate della Festa di S. Anna e perfino un Palio con un conteggio che parte dalla prima festa del 1932 fino a quella dell’ anno 2019 etichettandola col numero progressivo (sbagliato) di 88esima Festa a Mare agli Scogli di S.Anna senza tener conto dei 10 anni in cui la Festa stessa non ha avuto luogo (anni ‘41, ‘ 42,’43, ‘45, ‘46, ’47, ‘48. ‘49, ‘50, ‘51) confondendo il numero degli anni trascorsi (dal 1932 al 2019) con il numero delle edizioni della festa. Nel ’44 la Festa fu ripresa,ma si interruppe di nuovo l’anno dopo per la guerra in corso, L’equivoco storico e del tempo corrente, alla luce degli approfondimenti osservati ed in virtù di una documentazione cartacea a suo tempo visionata insieme al compianto Andrea Di Massa presso gli uffici del vecchio EVI, va corretto per una nuova visione di una festa che non dovrà conoscere tramonti. In ogni modo sull’argomento sviscerato abbiamo voluto coinvolgere alcuni noti personaggi che della festa sono stati e lo sono ancora, apprezzati protagonisti. Ad essi abbiamo posto la semplice seguente domanda: la Festa dovrà riprendere con la numerazione sbagliata (numero 89) o con quella corretta numero 72 in considerazione anche della interruzione dello scorso anno 2020 ? Queste le risposte: GAETANO MASCHIO(vincitore di primi premi anni 2009, 2011, 2015, 2019) “La vostra ricostruzione è molto chiara. Ripartire con la numerazione corretta delle edizioni realmente svoltesi e distinguerla come appartenente al nuovo ciclo del dopo Covid sanitario seguendo la progressiva numerazioni degli anni solari e darvi speciale priorità. Confido negli organizzatori che prendano la decisione giusta anche a tutela di noi concorrenti premiati. Se confusione c’è va chiarita”.

GAETANO MASCHIO
GAETANO MASCHIO

GIOVANNI CONTE – (PUPARUOLOdal 1969 vincitore di 35 primi premi) – “Senza dubbio, ripartire con la numerazione corretta, distinguendola dalla progressione degli anni trascorsi, Mi pare che l’errore storico stia proprio qui…Non si possono conteggiare 11 anni di Festa non avvenuta ed andare avanti come se niente fosse con un numero progressivo sballato”. ANTONIO LEONE (dal 1969 vincitore di 35 primi premi) – “E’ giusto ripartire con il numero corretto delle edizioni che si sono fatte e puntare sull’anno della Festa che è quello che alla fine meglio ricordiamo. Bisognava intervenire prima e non perseverare nell’errore numerico”.CARLO SORRENTINO ( storico costruttore di barche addobbate con il fratello Raffaele)– “Dal momento che l’errore storico è stato riscontrato, bisogna prenderne atto e ripartire con la corretta numerazione delle edizioni della Festa di S.Anna realmente svoltesi. E poi dare risalto all’anno della festa, come faceva il vecchio Evi, perche dopo, è l’anno cronologico che rimane in memoria. Il numero corretto naturalmente delle edizioni sarà storia scritta come dato puramente statistico”. LUCA MAZZELLA (vincitore di primi premi anni 1992, ’93 e ’94)– “La storia va rispettata. Bisogna correggere l’errore riscontrato e ripartire con la numerazione corretta delle edizioni della festa realmente avvenute. Anche mio padre Mario Mazzella ne parlava quando vedeva il manifesto pubblico della Festa che si annunciava con la numerazione sbagliata. Non capiva perché si persisteva nell’errore. Ora che il problema è sollevato con l’insistenza dovuta, si spera che si faccia giustizia e si punti a mettere in particolare risalto l’anno reale in progressione della Festa in programma”. ANTONIO CUTANEO – ( 45 partecipazioni alla ideazione e costruzione di barche allegoriche) “ Sono d’accordo che si debba passare alla numerazione corretta delle edizioni della Festa che realmente hanno avuto luogo. Continuare nell’errore storico, specie se si conosce che esso realmente esiste, non va bene. L’anno prossimo bisogna ripartire con la numerazione corretta fra edizioni e anni solari, evitando così la confusione con cui si è andati avanti fin allo scorso anno”.

GIOVANNI CONTE DETTO PUPARUOLO
GIOVANNI CONTE DETTO PUPARUOLO

BEPPI BANFI – ( accattivante Voce commentatrice storica della Festa a cui va il grande merito di aver trasferito nel 1979 dalla sua Radio Ischia la celebre emozionante musica BLUE DOLPHINS di Stephen Schlaks alla Festa di S.Anna dandole il ruolo di colonna sonora ufficiale della Sagra) –“ Ripartire con la numerazione corretta delle edizioni realmente svoltesi è la migliore cosa da farsi e sarà considerata un atto di responsabilità e di rispetto verso la storia della Festa scritta con grande passione da tutti noi nel ruolo che a ciascuno competeva. Si ripara ad un errore per troppo tempo lasciato a vegetare”. SANDRO PETTI ARCHITETTO ( Autore Logo Palio di S.Anna 2006) – “ Non capisco perché sia stato fatto passare tanto tempo, troppo, per intervenire su di una cosa così elementare, Ma che lo si faccia subito. Ja Festa a Mare agli Scogli di S . Anna deve avere la sua giusta numerazione e datazione. Si inizi un nuovo ciclo”. DAVIDE CURCI (Autore Logo Gonfalone Palio di S. Anna 2008) – “La confusione fra edizioni della festa avvenute e non, e gli anni solari conteggiati hanno generato l’errore storico che va assolutamente riparato. Quindi, sono d’accordo che l’anno prossimo si debba ripartire con la numerazione corretta e mettere in risalto l’anno solare della manifestazione come si faceva in passato”. MASSIMO VENIA(Autore Logo Gonfalone Palio di S. Anna 2009) – “Una volta che l’errore storico è venuto alla luce dove si è confuso le edizioni della festa con gli anni progressivi, non si può continuare a far finta di niente e tirare a campare. Agire nel doveroso rispetto dlla storia” –

Foto Giovan Giuseppe Lubrano Fotoreporter

Ads

antoniolubrtano1941@gmail.com

Ads

info@ischiamondoblog.com

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x