Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Sant’Anna 2021, varato il decalogo per accedere alla “zona blindata”

Col Green Pass si potrà assistere alla festa da Piazzale delle Alghe e dal pontile, scogli compresi. Libera circolazione per le altre aree del borgo. La prossima settimana l’incontro finale per ultimare il dispositivo di sicurezza

Si delineano con maggiore chiarezza le misure di sicurezza che saranno predisposte per garantire la tutela della salute pubblica durante la festa di Sant’Anna. Una serie di incontri tra le forze dell’ordine, l’amministrazione e la direzione artistica dell’evento, ha consentito di delineare le direttive essenziali del piano di sicurezza e prevenzione che tuttavia dovrà essere formalmente sottoscritto dalle parti in causa nell’incontro finale, fissato al 21 luglio.

Non pochi sono infatti i timori, i dubbi e le perplessità che da più parti si erano levati verso la decisione di consentire lo svolgimento della festa che rappresenta da quasi un secolo l’evento culminante dell’estate ischitana, capace di richiamare folle di migliaia di persone tra turisti e residenti, attirate dall’indubbia spettacolarità della particolare competizione tra le barche concorrenti e dall’incomparabile scenario della baia di Cartaromana.

Dubbi in parte leciti, vista l’esigenza di rispettare le norme anticovid, ma il dispositivo messo a punto dovrebbe consentire uno svolgimento rispettoso di tali misure senza provocare pericolosi assembramenti.

In particolare, sono due le aree predisposte per accogliere coloro che vogliono assistere alla sfilata delle barche nel borgo di Ischia Ponte. La prima sarà allestita nel Piazzale delle Alghe, dove saranno sistemate circa 1500 sedie con il normale distanziamento fisico. L’altra area è quella tradizionalmente preferita dagli amanti della festa, cioè il pontile del Castello Aragonese e gli scogli sottostanti.

Naturalmente, per accedere a queste due aree sarà necessario superare alcuni filtri di sicurezza.

Ads

Sarà infatti predisposto un posto di controllo nei pressi della Farmacia, dove le forze dell’ordine verificheranno che le persone non introducano, nella zona dove si assiste alla festa, oggetti che potrebbero risultare pericolosi: corpi contundenti e oggetti simili, ma in ogni caso si potrà circolare liberamente fino all’inizio delle zone citate. In sostanza, non verrà chiesto di esibire il Green Pass che attesta l’avvenuta vaccinazione contro il Covid-19.

Ads

Tale certificato vaccinale dovrà invece essere esibito se si vorrà accedere al Piazzale delle Alghe, al pontile e agli scogli.

Dunque, chi vorrà recarsi in un ristorante o in un bar ubicato al di fuori di queste due aree, potrà farlo tranquillamente senza dover essere costretto a esibire il certificato di vaccinazione (che non è ancora obbligatorio per frequentare tali locali). La cosa va puntualizzata in quanto alcuni interrogativi erano circolati relativamente alla possibilità di aggirare il divieto con la scusa di recarsi a cena in un ristorante, ma come si vede la perimetrazione dell’area dove si potrà godere lo spettacolo è ben precisa.

Per coloro che grazie al Green pass potranno accedere alle zone dove poter assistere alla sfilata delle barche, il limite di età per l’esibizione del certificato è di 14 anni: fino a quell’età non ci sarà quindi bisogno di esibire alcun documento di avvenuta vaccinazione. Come detto, resta ancora un incontro, fissato per mercoledì prossimo, in cui verranno chiariti altri aspetti del dispositivo di sicurezza, che sarà poi messo in opera dall’azione congiunta delle Forze dell’ordine, dalla Croce rossa, dalla Protezione civile e dai volontari che collaborano con amministrazione e Comitato organizzatore per la migliore riuscita dell’evento che torna a illuminare l’estate isolana dopo la sospensione del 2020.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x