ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Sant’Anna “blindata”: niente vetro, stop alla vendita di alcolici dalle 14!

C’è la festa di Sant’Anna, ci sono decine di migliaia di persone che a partire da stasera e per un’intera settimana si riverseranno nel borgo antico di Ischia Ponte e dunque ci sono tutti gli ingredienti (e i presupposti) per fare in modo che la zona a traffico limitato non soltanto debba funzionare come un orologio svizzero ma debba pure essere estesa. Non solo, vanno adottati anche una serie di provvedimenti tesi a garantire l’ordine e l’incolumità pubblica. Insomma, come avrete capito Ischia Ponte diventa blindata ed off limits con l’epicentro che riguarderà le settantadue fatidiche ore, quelle che coprono le giornate del 24, 25 e 26 luglio, quest’ultima serata clou della manifestazione con sfilata dei carri allegorici, fuochi artificiali e incendio del Castello Aragonese. Il comandante della polizia locale, Giovan Giuseppe Pugliese, spiega in premessa che si ritiene necessario «adottare un provvedimento temporaneo a salvaguardia dell’immagine del paese e della pubblica e privata incolumità» e nel contempo ricorda anche la direttive prefettizie inerenti “processo di governo e gestione delle pubbliche manifestazioni”. Ma vediamo nel dettaglio cosa succederà. Dal 24 al 26 luglio compreso l’orario di vigenza della ZTL è anticipato alle ore 16 con la deroghe del caso mentre l’isola pedonale e dunque il cosiddetto stop motori avrà inizio alle ore 17.

Poi arriva la parte principale dell’ordinanza, il suo “cuore”, quella che contiene di fatto una serie di divieti e soprattutto di informazioni utili per gli automobilisti per evitare cattive sorprese. Si legge nell’ordine che «in tutte le strade  del centro storico (via Luigi Mazzella, via San G. Giuseppe, via Boccaccio, via Lungomare Aragonese, via GB Vico fino a incrocio con via Nuova Cartaromana) ivi comprese tutte le aree a qualsiasi titolo riservate è vietata la sosta a qualsiasi veicolo dalle ore 16 fino a un’ora dopo il termine delle singole manifestazioni previste; è vietata la sosta a qualsiasi veicolo sul tratto di via Antonio Sogliuzzo nel tratto posto di fronte al secondo ingresso dell’area di parcheggio e l’incrocio con via Leonardo Mazzella, al fine di consentire la fermata delle navette provenienti da Fondobosso; in via San Giovan Giuseppe della Croce e sul tratto di via GB Vico compreso tra incrocio Luigi Mazzella e incrocio Cartaromana è vietata anche la circolazione pedonale con deroga per i soli residenti nelle suddette strade, in tali strade potranno sostare i soli veicoli delle forze dell’ordine; la circolazione pedonale è inoltre vietata nella zona tra la Torre di Michelangelo e fino alla chiesetta di Sant’Anna compresa, in quanto l’area sarà interessata dallo sparo di fuochi d’artificio». Si arriva poi al giorno in cui ci sarà la completa blindatura del borgo con una serie di sensi unici che si registreranno dalle 19 del 26 luglio fino alle 2 di notte del 27 luglio.

Attenzione però anche ad un altro significativo passaggio dell’ordinanza di Pugliese, quello in cui si legge che «per tutti gli esercizi commerciali e di vicinato nonché per gli esercizi pubblici della zona del centro storico (bar, ristoranti, discopub, discoteche, ecc.) l’orario di divieto di somministrazione e vendita per asporto in bottiglie di vetro, bicchieri di vetro e contenitori metallici, di alcolici di ogni gradazione, previsto dalla ordinanza n. 51 del 2015 è anticipato alle ore 14.00, da tale orario è altresì vietata la vendita per asporto anche di bevande non alcoliche contenute nella tipologia di contenitori anzidetti». Insomma, già da ora di pranzo scatta il divieto, un provvedimento che certo farà discutere e non immaginiamo piacerà tanto ai commercianti che vedranno presumibilmente limitato in maniera pesante il proprio giro d’affari in un periodo in cui già la crisi si fa sentire in maniera pesante. Non è tutto, Pugliese ricorda e sottolinea nel dispositivo anche che «è in ogni caso vietato a chiunque di portare con se bottiglie o bicchieri in vetro o in contenitori metallici, a tale fine la Ischia Ambiente provvederà alla installazione di appositi raccoglitori ai posti di controllo indicati ai punti 6 e 7 per la raccolta dei suddetti contenitori in vetro e metallo». Dal 23 al 27 luglio, ancora, è vietata la circolazione sul Piazzale Aragonese per consentire i lavori di installazione del palco e della relative scenografie oltre che per consentire lo svolgimento degli spettacoli serali mentre dal 24 al 26 luglio si intendono sospese tutte le autorizzazioni temporanee all’occupazione di suolo pubblico poste sulla carreggiata di via Seminario e via Luigi Mazzella. Infine, siccome Sant’Anna è sempre soggetta alle condizioni metro, Pugliese si prende anche la briga di rimarcare che «in caso di rinvio della manifestazione i provvedimenti previsti nella presente ordinanza si intendono reiterati per la data successivamente fissata».

Gaetano Ferrandino

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button