Statistiche
ARCHIVIO 5POLITICA

Savio: stop allo scolo della cava di Monterone nel porto di Forio

di Domenico Savio*

FORIO – Rilevato che spesso e costante nel tempo, quanto meno a partire dagli anni ’70 del secolo scorso, dalla Cava di Monterone continua a fuoriuscire a cielo aperto nel Porto di Forio, sotto la strada principale dell’Isola, ex strada statale 270, uno scolo putrescente e irrespirabile che investe l’etere e l’olfatto di residenti e turisti malcapitati, che turandosi il naso scappano disgustati e indignati e che tale situazione di intollerabile inquinamento ambientale e di potenziale pericolo igienico-sanitario è indegna di un paese civile che ospita pure turisti provenienti da ogni parte della Terra. Altra deplorevole circostanza di inquinamento ambientale e di potenziale pericolo igienico-sanitario si crea alla Chiaia, nei pressi della centrale Enel, e più esattamente accanto all’edicola dei giornali, quando d’estate a causa della pioggia e del troppo pieno la rete fognaria ivi convergente tracima sulla sottostante spiaggia scavando un vero canale nella sabbia sino al mare. I due problemi avrebbero già dovuto essere risolti da anni, prima direttamente dal Comune di Forio e poi dall’E.V.I., subentrata nella gestione del settore idrico integrato, Acquedotto e Fognature, dell’isola d’Ischia. Riteniamo che attualmente esistano le tecnologie e i mezzi necessari per immettere in una condotta lo scolo putrescente della Cava di Monterone al suo sbocco nel Porto convogliandolo nella centrale di raccoglimento esistente sotto il vicino piazzale Cristoforo Colombo e che non è difficile potenziare la condotta fognaria dalla Chiaia allo stesso piazzale Cristoforo Colombo per evitare ulteriori e deprecabili tracimazioni sulla spiaggia. Sino ad oggi, purtroppo, è mancata l’iniziativa del Comune di Forio e dell’E.V.I. per risolvere tali problemi; Consideriamo che la gravità delle due situazioni sopra rappresentate richiede un intervento urgente per mettere fine e rapidamente alle scandalose realtà di inquinamento ambientale, di degrado sociale, di potenziale pericolo igienico-sanitario e di incalcolabile danno che arrecano all’immagine turistica e allo sviluppo, economico, sociale e civile del nostro paese. In proposito riteniamo che non servono i viaggi all’estero degli Amministratori di Forio per propagandare le bellezze ambientali del paese e promuovere lo sviluppo turistico quando poi esistono tali gravi problemi sociali irrisolti e che la prima e migliore propaganda di promozione turistica di un territorio è costituita dal grado di ospitalità ambientale e dalla disponibilità e funzionalità dei suoi servizi sociali e che le deplorevoli e decennali vergogne sociali dello scolo nauseabondo a cielo aperto della Cava di Monterone nel Porto e della tracimazione sulla spiaggia della rete fognaria alla Chiaia costituiscono il peggiore biglietto da visita per un paese turistico. Per questo abbiamo chiesto al Sindaco e al Responsabile del 1° Settore del Comune di Forio, ai Presidenti del C.I.S.I. e dell’E.V.I., al Responsabile del Settore Tecnico dell’E.V.I. e per conoscenza all’Azienda Sanitaria Locale Napoli 2 Nord, Dipartimento Igiene Ambientale e del Lavoro e al Prefetto di Napoli un intervento di estrema urgenza per immettere in condotta lo scolo putrescente che spesso e in ogni stagione dell’anno fuoriesce dalla Cava di Monterone a cielo aperto nel Porto di Forio convogliandolo nella centrale di raccoglimento esistente sotto il vicino piazzale Cristoforo Colombo e per evitare che d’estate con le piogge la rete fognaria alla Chiaia, esistente nei pressi della centrale Enel, e più esattamente accanto all’edicola dei giornali, continui a tracimare sulla sottostante spiaggia, dove residenti e turisti prendono il Sole dopo il bagno a mare. Si tratta di due scandali sociali che rappresentano un potenziale pericolo igienico-sanitario, che arrecano un danno enorme allo sviluppo economico, sociale e civile di Forio e dell’intera Isola e che, per tanto, bisogna rimuovere immediatamente. Il Partito Comunista Italiano Marxista Leninista è disponibile per ogni eventuale ulteriore chiarimento e resta in attesa di conoscere le iniziative che saranno assunte per la soluzione immediata dei due gravi problemi sociali rappresentati.

 

* Segretario generale e Consigliere comunale di Forio del P.C.I.M-L

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex