CRONACA

Sbarca con 80.000 euro: fermata dalla finanza, soldi sequestrati

Protagonista dell’insolita vicenda una 30enne napoletana con diversi parenti domiciliati sull’isola: aperta un’inchiesta per accertare se il denaro fosse provento di attività illecite o destinato a finalità non certo “nobili”

Una serie di mirati controlli sul territorio, eseguiti con discrezione ma con un notevole spiegamento di uomini e mezzi. E tra questi, un sequestro di denaro a dir poco anomalo e insolito che ha portato inevitabilmente all’immediata apertura di un’indagine che presto potrebbe riservare anche sviluppi clamorosi.

L’attività in questione rientra in una serie di iniziative dei finanzieri del Comando Provinciale di Napoli, messe in atto a tutela della sicurezza economico-finanziaria dei cittadini in occasione del costante aumento del flusso turistico verso le isole del Golfo, che si spera possa far registrare un’impennata dopo un mese di maggio non propriamente all’altezza delle aspettative. I controlli sono stati più massicci sull’isola d’Ischia dove sono stati effettuati dagli uomini della tenenza di Ischia, guidata dal tenente Gerardo Totaro. I militari hanno approntato un dispositivo di controllo – potenziato da servizi di pattugliament – nei porti di Ischia, Forio e Casamicciola, avvalendosi anche dell’ausilio di unità cinofila, grazie alla quale sono stati fermati e segnalati all’autorità giudiziaria otto persone che sono state trovate in possesso di modici quantitativi di sostanze stupefacenti. Complessivamente sono stati sequestrati 21 grammi tra hashish e marijuana.

Ma la vera notizia è un’altra, davvero inusuale. Nel corso di un altro intervento, operato presso gli sbarchi degli aliscafi e delle motonavi nel porto di Ischia, è stata individuata e fermata una 30enne napoletana, di fatto residente sull’isola, che a seguito di un controllo è risultata occultare sulla persona un’ingente somma di danaro, pari ad 80.000 Euro in contanti, per la cui detenzione non è stata in grado di fornire valide giustificazioni sulla provenienza del denaro, che opportunamente è stato sequestrato. E’ chiaro che gli uomini del tenente Totaro indagano per capire cosa ci sia sotto questa vicenda: la donna, infatti, ha parenti ad Ischia e aveva senza alcun dubbio portato con se tutti quei soldi per lasciarli a qualcuno qui sull’isola. Ma a chi? E soprattutto perché? Sono in atto una serie di verifiche che come dicevamo in apertura di servizio potrebbero portare a clamorosi sviluppi. Anche perché non si esclude che quel denaro possa essere provento di attività illecite o dovesse essere utilizzato per finalità poco chiare. In una nota diffusa alla stampa si legge che “le attività eseguite testimoniano il costante operato della Guardia di Finanza di Napoli sul territorio nell’esecuzione di servizi di prevenzione e repressione di ogni forma di illecito a tutela della collettività”.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close