ARCHIVIO 2ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Scenari

Quando in una collettività avviene una tragedia come quella avvenuta nella limitata zona di Casamicciola e Lacco Ameno si aprono scenari nuovi ed imprevedibili. Abitualmente è il Governo centrale che si occupa dei primi interventi. Ad Ischia la Protezione civile e gli altri organi dello Stato centrale stanno operando in modo meraviglioso. Ma si intravede la abituale routine di tutti i post terremoti che si sono verificati negli ultimi decenni in Italia.

Terremoto del 1980 in Irpinia, terremoto in Friuli, terremoto in Emilia e terremoto dell’ultimo anno ad Amatrice e dintorni. I risultati li conosciamo tutti. Alcuni buoni, altri pessimi. Ricordiamoci che, particolare tutt’altro che trascurabile, il Governo non ha soldi. Mi chiedo se una collettività come quella ischitana debba e possa trovare soluzioni alternative e migliori di quelli che le amministrazioni locali sapranno mettere in moto. Sappiamo per esperienza verificata negli ultimi decenni che la classe politico/amministrativa dell’isola non è delle migliori.

Conosciamo la pochezza amministrativa di molti dei nostri sindaci. Conosciamo il sistema clientelare di cui sono capaci e sappiamo dalla DIA che le amministrazioni locali rappresentano un punto debole per l’infiltrazione della camorra sull’isola. Con l’arrivo di tanti soldi pubblici può aumentare questo pericolo? Chiedetevelo. Allora? Non siamo riusciti a inventarci il Comune Unico per il solo fatto che un centinaio di consiglieri comunali sparsi nei sei Comuni avevano interesse a conservare i loro piccoli privilegi.

Un Commissario Prefettizio unico potrebbe rilanciare Ischia? Se si circondasse di esperti sicuramente si. E’ da decenni che di fronte ad evidenti discrepanze propongo da questo giornale una soluzione del genere. In alternativa i Consigli Comunale dei sei Comuni si riunissero insieme per discutere dei problemi importanti dell’isola all’unisono potrebbe essere una alternativa al Commissari unico dell’isola? I vantaggi finanziari del Comune unico quanti milioni di euro porterebbero nelle casse del nuovo Ente? Qualcuno è in grado di dirmelo? Grazie.

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button