CRONACA

Schede nel seggio a Procida, ecco tutte le zone d’ombra

Servirà un supplemento di indagine per far luce su quello che è stato ribattezzato il “caso Procida”, legato alle elezioni amministrative tuttora in corso sull’isola di Arturo ma intanto emergono nuove indiscrezioni legato al rinvenimento di alcune schede in un cassetto di una sezione elettorale della scuola Flavio Gioia. A segnalare l’anomalia è stata una simpatizzante e rappresentante della lista Procida che Vorrei, che sostiene la candidatura a sindaco di Dino Ambrosino, rappresentante diventata poi scrutatrice nella stessa giornata di ieri per la defezione di un componente e su nomina diretta della presidente di sezione Giovanna Muro. In ogni caso, pare che la donna avrebbe assistito alle operazioni preliminari e soltanto all’uscita dal plesso abbia segnalato a un carabiniere la presunta anomalia, mettendo di fatto in azione i militari dell’Arma.

A quel punto Giovanna Muro si è dimessa dall’incarico – così come riportato in una nota ufficiale – per “dare serenità” alle operazioni di voto. Insomma, sulla vicenda, come appare chiaro, ci sono ancora diversi punti da chiarire. E tante, troppe zone d’ombra. Con un interrogativo su tutti: le schede sono in ogni caso rimaste all’interno della sezione, dunque in zona di pertinenza a termini di regolamento, e quello che appare davvero difficile (se non impossibile) comprendere è come avrebbero potuto essere utilizzate in maniera fraudolenta per tutta una serie di motivi, in primis la presenza nel seggio di un nutrito gruppo di lavoro.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex