Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Scuola antisismica, che gaffe per il sindaco Caruso!

Diciamolo. Capita a tutti di prendere ogni tanto di prendere una svista e di capire, come si suol dire, fischi per fiaschi, ma quando si è una figura istituzionale di un certo rilievo, e a maggior ragione un pubblico amministratore, bisognerebbe certamente prestare più attenzione ai documenti ufficiali e soprattutto  soppesare bene quanto si comunica ai propri cittadini, per evitare di incorrere nel rischio di creare in loro false aspettative. Un monito questo a cui evidentemente il sindaco Rosario Caruso non ha ben prestato attenzione, rendendosi protagonista, suo malgrado, di una clamorosa e imbarazzante gaffe. Tutto ha inizio nel primo pomeriggio di martedì quando il primo cittadino del Comune montano, sul suo profilo facebook scrive: “Ho concluso il 2017 con un augurio rivolto soprattutto ai bambini, apriamo questo 2018 con una bella notizia finalmente per i nostri ragazzi. Sono felice di comunicare che con Burc n.91 del 18 Dicembre, la Regione Campania ha approvato il finanziamento di 500.000 euro per l’adeguamento antisismico presso la scuola di Fontana.  Già nel 2016, abbiamo concluso l’adeguamento antisismico della scuola materna di Serrara ed entro il 22 Gennaio prossimo, candideremo a finanziamento anche il progetto di adeguamento del plesso di Succhivo. Il nostro obiettivo è quello di adeguare simicamente tutti gli edifici scolastici presenti sul territorio entro la fine della consiliatura. Saremmo uno dei pochi Comuni di Italia ad ottenere questo risultato. Ringrazio gli assessori, i consiglieri, i componenti dell’ufficio staff ei funzionari per il raggiungimento di importanti risultati”.

Una bella notizia insomma per la popolazione studentesca del Comune montano. O almeno lo sarebbe stata se solo l’annuncio del primo cittadino di fosse rivelato fondato. Ebbene sì, perché nel famigerato atto n. 91, di cui parlava il sindaco, pur essendo presente l’intervento relativo alla scuola di Fontana, si evince in maniera inequivocabile che lo stesso era relativo alla sola approvazione della classificazione degli interventi di edilizia scolastica da avviarsi nel 2018, demandando l’eventuale ammissione degli stessi al finanziamento ad una successiva verifica  da parte degli organi regionali della documentazione presentata dai Comuni al bando. Inutile dire che la verifica effettuata e resa nota nel Burc del 2 Gennaio, più che ammettere al finanziamento il  progetto presentato dall’ente di Serrara Fontana, ha portato invece alla sua esclusione a causa della domanda di ammissione presentata in ritardo dall’amministrazione montana!.  Insomma una vera e propria gaffe per il primo cittadino serrarese che nel suo post su facebook aveva cantato vittoria troppo preso. Con quel post che che, ovviamente, scoperto l’errore, è stato poi prontamente cancellato dal sindaco, ma non prima che molti cittadini di Serrara Fontana, lo leggessero. Morale della favola?  Nelle scorse ore, molti cittadini, erano ancora convinti che il Comune avesse ottenuto  il finanziamento per l’adeguamento antisismico della scuola di Fontana e hanno continuato a complimentarsi del traguardo raggiunto dall’amministrazione comunale. Che dire.. speriamo, a questo punto, che almeno il progetto per la scuola di Succhivo venga presentato nei tempi giusti per evitare un’altra brutta figura. Cose che capitano, nell’era dei social network…

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x