CRONACA

Scuola dell’infanzia, da Schilardi l’ok ai rimborsi per il Capricho

28mila euro per ristorare il canone di locazione per l’anno 2018-19 dell’edificio di via Mirabella a Ischia

Dal Commissario arriva il via libera. La struttura di palazzo Armieri, da dove si coordina la ricostruzione post-sisma, ha dato l’ok alla liquidazione e all’emissione dell’ordine di pagamento in favore del Comune di Casamicciola Terme per l’importo di Euro 28.000,00 a titolo di ristoro del canone di locazione dell’immobile in Via Mirabella n. 9 nel Comune di Ischia – per l’anno scolastico 2018/2019.

Parliamo dell’utilizzo dell’edificio dove furono ospitati i bambini dell’asilo. Tutti gli importi richiesti a titolo di locazione di immobili privati destinati ad uso scolastico rientrano nel limite di spesa annuo di € 250.000,00 definito dall’art. 26, comma 2, lett. b) del D. L. n. 109/2018. Il gruppo di lavoro istituito dal Commissario Schilardi nella relazione istruttoria di pochi giorni fa ha dato parere favorevole per l’erogazione al Comune di Casamicciola Terme della somma richiesta , importo è ricompreso nel piano ricognitivo prot. 2774/CS/Ischia del 16/10/2019. Nel gennaio 2019 fu sottoscritto l’atto di convenzione tra il Comune di Casamicciola Terme, soggetto attuatore, e la Fondazione Opera Pia Iacono Avellino Conte, titolare dei locali dove i bimbi sono stati ospitati.

Ricordiamo che da quest’anno il Comune di Casamicciola ha adibito ad asilo l’immobile di via Oneso inizialmente destinato alla demolizione, poi salvato grazie alla requisizione operata dall’ente del Capricho e “benedetta” dalla Procura di Napoli, col cambio di destinazione che ha consentito di salvare l’edificio (tre appartamenti) poi sottoposto a ristrutturazione per adeguarlo alle esigenze didattiche, consentendo all’amministrazione di “riportare a casa” la scuola dell’infanzia finora ospitata sul territorio ischitano.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button