Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 5

Scuola: la Abbandonato presidente del Circolo Ischia 2

ISCHIA – Si è tenuta presso la scuola elementare “Onofrio Buonocore” di Ischia Ponte la prima seduta del Consiglio di circolo “Ischia 2”, in cui sono stati eletti il nuovo presidente e la giunta esecutiva. Così come avevo ampiamente anticipato attraverso alcuni servizi giornalistici, al contrario di quanto avvenuto negli anni scorsi, questa volta, incredibile a dirsi, è stata mortificata la consuetudine democratica che vuole eletto presidente il primo degli eletti, che in questo caso sare bbe dovuto essere Gennaro Savio, avendo ottenuto ben 253 voti, un vero e proprio plebiscito senza precedenti. Con un consigliere assente e la Dirigente Patrizia Rossetti che si è astenuta, su 17 presenti ben 14 hanno votato per la Signora Abbandonato e solo in tre per Savio contraddicendo, così, clamorosamente il risultato elettorale attraverso il quale ben due genitori su tre avevano indicato in maniera chiara ed inequivocabile nella persona di Gennaro Savio il nuovo presidente del Circolo Didattico “Ischia 2”. «Aldilà della consuetudine democratica disattesa – ha dichiarato Savio – nel corso della seduta si è verificato un altro spiacevole episodio, che nulla ha a che fare con le più elementari norme della democrazia, valevoli per tutte le assemblee elettive del nostro Paese grazie ai principi sanciti a caratteri cubitali nella Costituzione repubblica italiana, scritta col sangue dei martiri Partigiani morti per la conquista dell’Italia libertà e democratica. Infatti, prima che si passasse alle operazioni di voto la Dott.ssa Rossetti, che in quel momento dirigeva la seduta, ha tentato, invano naturalmente, di vietarmi l’intervento col quale avevo il pieno diritto di spiegare le ragioni della mia candidatura a Presidente. Ho fatto presente alla Dirigente scolastica che in Italia in ogni assemblea elettiva, prima di votare su qualsiasi argomento, si apre il dibattito, si discute ed ognuno dei presenti ha il diritto di intervenire e di esprimere le proprie opinioni. Nel mio intervento ho sottolineato che in passato per consuetudine democratica Presidente del Consiglio di Circolo è stato eletto il più votato dai genitori, così come è avvenuto per gli ultimi due trienni. Infatti sei anni fa, avendo ottenuto il maggior numero di voti, fu eletto Presidente Gigi Mollo e tre anni fa Ciro Cenatiempo. Ho, tra l’altro, precisato di ricordare bene che in entrambe le circostanze come Consigliere di circolo dissi che nel pieno rispetto della volontà della maggioranza degli elettori e di un elementare principio di democrazia dovevano essere eletti presidente Mollo e Cenatiempo, e ciò nonostante questi ultimi avessero idee spesso totalmente diverse dalle mie.  Inoltre, ho affermato che al di fuori del primo degli eletti l’elezione a Presidente di chiunque altro non avrebbe corrisposto all’indicazione della maggioranza dei genitori elettori. L’auto-candidatura a Presidente della Signora  Giorgia Abbandonato, seppur supportata dalla norma giuridica, rappresentava un’anomalia rispetto ad una consolidata consuetudine democratica e dinanzi alla chiara volontà degli elettori che avevano indicato nel sottoscritto  il nuovo Presidente attribuendogli il maggior numero di consensi. Le cose che mi hanno lasciato abbastanza perplesso sono due. Il fatto che nessuno degli insegnanti si sia espresso a difesa della succitata consuetudine democratica e che la candidata Giorgia Abbandonato non abbia ritenuto opportuno motivare la sua candidatura né presentare all’assemblea un programma di iniziative, cosa che, invece, ho fatto io prima delle elezioni con la distribuzione di centinaia di volantini in cui ho presentato a tutti i genitori del Circolo un dettagliato programma propositivo, oltre che ad elencare i risultati ottenuti in sei anni di presenza all’interno del Consiglio di circolo. Mi corre l’obbligo di ringraziare pubblicamente i Consiglieri Raffaele Trani e Raffaele Ungaro, i quali con il loro voto, assieme al sottoscritto, hanno sostenuto il rispetto di una elementare consuetudine democratica di eleggere Presidente il più votato. Infine voglio dire ai genitori delle scuole “Buonocore”, “Montemurri” e “Rodari” che per i prossimi tre anni in Consiglio di circolo oltre ad essere una sentinella di democrazia e trasparenza continuerò con impegno e passione a rappresentare gli interessi di tutti gli alunni e genitori e farmi portavoce delle loro istanze e delle loro proposte. Possono starne certi» ha concluso il coriaceo Gennaro Savio.

 

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x