Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Scuole a Casamicciola, tutto pronto… o quasi

Ormai completate le opere al De Gasperi, rinnovata l’autorizzazione per la sezione Primavera a Le Zagare, qualche dubbio sulla consegna dei lavori presso l’ex collocamento

Superato anche il ferragosto, con il controesodo ormai alle porte, si avvicina anche l’inizio dell’anno scolastico. E dopo la commemorazione dei due anni trascorsi dal sisma, è il momento di fare il punto sulla situazione degli edifici scolastici a Casamicciola, il paese che più di tutti è stato colpito dalle conseguenze delle scosse telluriche la sera del 21 agosto 2017. Per quanto riguarda il plesso De Gasperi a Perrone, in queste ore i lavori al piano superiore sono praticamente terminati: i prossimi giorni saranno dedicati alla ripulitura dalle polveri lasciate dal cantiere, ma si provvederà anche a qualche intervento migliorativo al piano inferiore, che da un anno e mezzo è già tornato a ospitare gli alunni delle scuole elementari dell’Ibsen. In ogni caso, per l’inizio delle lezioni, fissate a mercoledì 11 settembre, sarà tutto pronto. Agli inizi del mese lo stabile sarà consegnato alla dirigenza dell’Istituto Ibsen.

A pochi metri di distanza, nell’ex Hotel Le Zagare, anche la sezione Primavera è pronta a ripartire. È infatti arrivata l’autorizzazione per il funzionamento della sezione, che è stata dichiarata in possesso di tutti i requisiti richiesti, come previsto dall’accordo tra i Ministeri della Pubblica Istruzione, delle politiche per la famiglia, della solidarietà sociale, e i vari enti locali, per la promozione di un’offerta educativa integrativa e sperimentale per i bambini dai due ai tre anni. Come si ricorderà, la sezione fu inaugurata lo scorso gennaio, con lo scopo di offrire ai bambini un luogo di socializzazione e di stimolo delle loro potenzialità cognitive, affettive e sociali nella prospettiva del loro benessere e del loro armonico sviluppo. È stata dunque nuovamente certificata l’idoneità dei locali approntati presso l’ex albergo sotto il profilo funzionale e della sicurezza, nel rispetto delle leggi in materia e delle molteplici esigenze dei bimbi, quali l’accoglienza, il riposo, il gioco, l’alimentazione.

Qualche dubbio invece emerge circa la tempestività dei lavori che sono in corso presso la sede dell’ex collocamento in via Principessa Margherita. L’immobile è oggetto di un contratto di comodato tra il Comune e la Regione Campania, titolare dell’immobile, composto di quindici articoli che prevede l’utilizzo del bene per un anno, e comunque fino all’individuazione di altre sedi. Accordo che, oltre a rendere un servizio alla comunità scolastica casamicciolese, duramente colpita dal sisma del 2017 che lasciò gravemente danneggiati tutti gli edifici scolastici del territorio comunale, consentirebbe di ottenere vantaggi anche alla Regione, in quanto le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria, le spese per le utenze, per il funzionamento, per i tributi locali saranno di competenza comunale.

La delibera di giunta fu varata in concomitanza con l’inizio delle prove di vulnerabilità sismica: la ditta incaricata effettuò prove di carico sui solai, col sindaco presente sul posto. È il Commissario alla ricostruzione a garantire la copertura economica per gli interventi di ripristino della funzionalità. Si parlava di realizzare qualche divisione interna dei locali, che comunque versano già in buone condizioni, come attestato dagli stessi tecnici della struttura commissariale. Tuttavia negli ultimi giorni si sono verificati alcuni rallentamenti, al punto da mettere in dubbio la consegna entro un termine utile per l’utilizzo dello stabile da parte dell’Istituto Ibsen, che sarà il fruitore della struttura. A inizio settembre probabilmente se ne saprà un po’ di più.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x