CRONACAPRIMO PIANO

Scuole, confermato l’accordo coi Passionisti

Il convento ospiterà anche quest’anno alcune classi delle scuole medie. Conclusi i lavori al De Gasperi mentre partono le opere di adeguamento all’ex centro per l’impiego

Arriva una buona notizia nel panorama scolastico casamicciolese. Il Comune ha concluso un nuovo accordo con il convento dei Frati Passionisti: viene così confermata la convenzione stipulata dodici mesi fa, in base alla quale per un altro anno scolastico la struttura conventuale ospiterà nuovamente le classi del triennio delle scuole medie inferiori, sezione musicale, dell’Istituto Enrico Ibsen.

Nell’estate 2018 vennero effettuati alcuni lavori di adeguamento ai locali del piano terra destinati ad accogliere gli studenti, con pareti divisorie e infissi  rispettosi delle vigenti normative, consistenti essenzialmente in una serie di porte con maniglioni antipanico per consentire il deflusso degli occupanti in sicurezza durante le eventuali emergenze. Tale conferma è di fondamentale importanza per assicurare il normale svolgimento delle lezioni che partiranno tra qualche settimana. Com’è noto, al plesso De Gasperi di Perrone si sono conclusi i lavori al primo piano, dove sono in corso le operazioni di ripulitura, e dove al piano terra si ultimeranno alcune migliorie. A inizio mese l’edificio dovrebbe essere consegnato alla dirigenza dell’Ibsen, che vi destinerà come l’anno scorso le classi della scuola primaria e alcune di quella materna.

Un’altra notizia positiva è costituita dall’inizio dei lavori all’ex Centro per l’Impiego in via Principessa Margherita. La struttura, di proprietà della Regione, è praticamente adiacente all’Istituto Mattei, che lo scorso inverno ospitò alcune classi delle scuole medie. I lavori di adattamento consentiranno alla struttura, composta da due piani, di raggiungere l’idoneità agli scopi didattici. Alcuni ambienti dovranno essere ulteriormente ripartiti, poi spetterà all’Istituto Ibsen decidere quali classi sistemarvi: forse, vi saranno ospitate le scuole dell’infanzia e la sezione primavera, che potrebbero usufruire anche del giardino retrostante di cui è dotato lo stabile. L’operazione costituirà un altro passo in avanti verso l’impegnativa opera di normalizzazione del mondo scolastico casamicciolese, che a medio termine passerà necessariamente per il ripristino degli edifici danneggiati dal sisma di due anni fa. Anche tramite gli stralci degli studi di microzonazione, le verifiche sismiche in corso serviranno a orientare le decisioni circa il destino di edifici come il Manzoni o l’Ibsen, scegliendo tra il demolirli completamente e ricostruirli, oppure recuperarli con interventi di ripristino e messa in sicurezza.

A inizio anno il Ministero dell’Istruzione aveva emanato un decreto con cui stanziò un finanziamento pari a 221mila euro in favore del Comune di Casamicciola. Tale importo era destinato per euro 94mila alla messa in sicurezza della scuola elementare “De Gasperi” di Perrone e all’adeguamento degli ambienti didattici dell’istituto tecnico “Enrico Mattei”, mentre i restanti 127mila euro erano diretti appunto all’esecuzione di verifiche di vulnerabilità sismica e stima economica degli interventi relativi ad altri tre edifici scolastici. In dettaglio, 73mila euro sono destinati al plesso “Manzoni” al Paradisiello, altri 42mila per l’edificio “Ibsen” di via Principessa Margherita, e i restanti 12mila euro al San Severino.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close