Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Sentiero del Pennino, Rosario Caruso punta ai fondi di rotazione

di Sara Mattera

SERRARA FONTANA – L’amministrazione di Serrara Fontana è intenzionata a ripristinare il basolato del sentiero Succhivo-Caravana, ma non prima di riuscire a reperire i fondi necessari per la messa in atto dell’opera in questione.  La copertura in bitume del sentiero, effettuata qualche giorno fa,  risulta essere soltanto un provvedimento provvisorio.  Questo è ciò che assicurano dall’amministrazione del Comune collinare, guidata dal sindaco Rosario Caruso, all’indomani del discutibile intervento di manutenzione stradale che ha interessato uno dei più antichi sentieri di breccia del territorio in questione. Un intervento motivato dalle numerose segnalazioni che l’amministrazione di Serrara Fontana  avrebbe ricevuto di recente da alcuni cittadini che lamentavano la scivolosità di quel tratto di strada, specie durante i temporali, e che metteva quindi a rischio l’incolumità di pedoni e veicoli.

Lo scorso giovedì l’antico basolato di pietra vulcanica della strada in questione è stato sostituito con dell’asfalto nero, spazzando così via, in poche ore, la tipicità e l’unicità di quel sentiero, un tempo chiamato Pennino. All’indomani di questo intervento di manutenzione stradale, numerose sono state le polemiche scaturite in seno alla comunità di Succhivo che ha puntato il dito contro la decisione infelice intrapresa dall’amministrazione Caruso. Diversi cittadini hanno infatti sostenuto che, forse, avrebbero potuto essere adottate soluzioni migliori. In primis l’associazione “Gertrud Streicher”, che da ormai oltre un anno opera sul territorio in questione per la rivalorizzazione della frazione di Succhivo e che ha reputato questo provvedimento assolutamente poco consono.

«Con una  colata di nero – avevano dichiarato i membri dell’associazione – si cancellano le tracce della nostra storia, di quei luoghi che stiamo cercando di rivalorizzare e riscoprire con tanto impegno e tanta fatica.  Ci discostiamo con rammarico e tristezza dall’intervento svolto nel nostro piccolo paesino e commissionato dal Comune che non sappiamo per quale motivo, ma certamente senza nessuna ragionevole motivazione, ha ricoperto con asfalto uno dei sentieri di breccia più antichi del nostro paese». Sulla scia di queste parole, l’associazione aveva quindi lanciato anche una raccolta firme per chiedere  a gran voce  il ripristino del sentiero in questione. Un’iniziativa degna certamente di nota, ma che potrebbe non sortire gli effetti sperati o, quanto meno, non nell’immediato.

Difatti, l’amministrazione di Serrara Fontana, come detto, pare essere  intenzionata a ripristinare il basolato tipico della stradina, ma purtroppo allo stato attuale le casse comunali sembrano non aver abbastanza risorse per poter effettuare l’intervento di recupero del sentiero. Sarebbe necessario, dunque, attendere l’ottenimento dei finanziamenti dei fondi di Rotazione nell’ambito del programma di Azione e Coesione 2014-2020 promosso dalla Regione Campania. A tal proposito, infatti, il Comune collinare avrebbe richiesto la concessione del fondo rotativo per interventi di sistemazione di  alcuni tratti stradali comunali, tra cui anche quello del Pennino di Succhivo.

Ads

«L’intervento che abbiamo attuato – ci dicono dall’amministrazione – è stato dettato dalla necessità di  preservare l’incolumità dei cittadini, con l’arrivo della stagione invernale e delle piogge, in attesa di avere i finanziamenti necessari per il ripristino  dei basoli  per quel tratto di strada». Sembra che infatti l’amministrazione comunale avesse già da tempo rilevato la necessità di attuare un intervento di recupero del sentiero  in questione, attraverso la rilavorazione  dei basoli esistenti  e l’integrazione di nuovi basoli di pietra e il totale sradicamento della pavimentazione. Cosa, questa,  che però non è stata possibile attuare nell’immediato.

Ads

Insomma, a meno che di riuscire a trovare una soluzione alternativa, sembra che la comunità di Succhivo per rivedere il sentiero in breccia dovrà  attendere i fondi rotativi. Ad ogni modo, quest’oggi partirà la raccolta firme presso la sede dell’associazione “Gertrud Streicher”  che è intenzionata a sollecitare il ripristino del sentiero. Chi vorrà, quindi, potrà apporre la propria firma dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x