Statistiche
CRONACA

Senza luce da mesi, lo stabilimento rischia di non riaprire

Non riceve la bolletta dell’elettricità e gli viene interrotta l’erogazione di energia. Dopo il pagamento e infiniti solleciti un noto stabilimento balneare della spiaggia di San Pietro è ancora senza luce, mentre la stagione turistica incombe

Una bolletta della luce smarrita, che non arriva nella cassetta delle lettere. L’Enel che non riceve il pagamento e stacca la corrente. I proprietari non si accorgono immediatamente dell’energia che manca: siamo ancora in pieno inverno, le giornate corte, il cattivo tempo e il freddo intenso tengono i gestori dello stabilimento balneare lontano dal proprio esercizio. Si comincia solo a fine febbraio a tornare a dare un occhio alla struttura, per controllare che tutto sia a posto. E qualcosa non va. Non c’è luce. Era il 25 febbraio quando il proprietario di questa brutta disavventura che unisce disservizi postali e lungaggini burocratiche parla con l’operatore che gli garantisce entro pochi giorni il ripristino della corrente. Un servizio vitale per  ricominciare a dare vita allo stabilimento balneare in vista dell’imminente stagione turistica.

Correva il mese di febbraio quando il proprietario dello stabilimento, insospettito dalla mancata consegna della bolletta al solito domicilio decide di vederci chiaro. La bolletta non è mai arrivata e il dubbio di conseguenze nefaste per la propria struttura si concretizza: Enel Energia ha staccato la luce. Si corre subito ai ripari chiamando il servizio clienti di Enel Energia per chiedere a quanto ammonta il debito che in poche ore viene saldato. Ma nonostante ciò il ripristino dell’energia elettrica è tutt’altro che immediato. Dopo continue chiamate al centralino della multinazionale dell’energia il call center assicura che in pochi giorni verrà tutto riabilitato. Siamo al 25 febbraio.

I giorni passano e il ripristino non avviene. Le giornate si allungano e il sole diventa ogni giorno che passa sempre più protagonista di mattinate e pomeriggi. Giornate che chi gestisce uno stabilimento balneare dovrebbe spendere a effettuare manutenzione in vista dei primi turisti desiderosi di tintarella primaverile.

Ma senza elettricità è impossibile procedere alla manutenzione ordinaria dei locali. Dopo più di un mese di solleciti, chiamate, lettere e anche il consulto di un avvocato il gestore dello stabilimento balneare, reo di aver pagato in ritardo quanto dovuto all’Enel, rimane tutt’oggi senza elettricità. Un disguido come tanti che rischia però di compromettere irrimediabilmente la riapertura di uno degli stabilimenti balneari del Lido di Ischia. I giorni passano e cresce l’ansia di chi vorrebbe mettersi al passo dei propri colleghi che armati di buona volontà e gli strumenti fondamentali per rimettere a nuovo il proprio esercizio stanno già provvedendo a ridare vitalità alle pareti sferzate dal cattivo tempo, salsedine e il forte vento che ha messo a dura prova, ,a più riprese, i lidi ischitani.

Può una sfortunata coincidenza di sfortune contingenti comportare un grave danno per un esercizio ben avviato? Assolutamente sì. Il gestore dell’Enel, riduce dapprima la potenza del contatore del 15% in caso di ritardi nei pagamenti. Una famiglia se ne accorge subito di questa azione: solitamente gli elettrodomestici che più di altri mangiano energia elettrica faticano a lavorare e il contatore scatta. Un’alternativa alla notifica di pagamento che solitamente funziona immediatamente. Ma avendo a che fare con uno stabilimento balneare chiuso per mesi di questa riduzione è impossibile rendersene conto.

Ads

Dopo altre due settimane dalla riduzione della potenza del contatore, se il debito non è stato saldato Enel disattiva la fornitura ed è proprio ciò che è capitato all’esercente che suo malgrado ora si trova coinvolto in una gara contro il tempo per ottenere l’energia elettrica in tempo per effettuare i fondamentali lavori di manutenzione al proprio locale sul mare.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex