Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Serrara Fontana, cercasi avvocati per il Comune

Dalla Redazione

SERRARA FONTANA. Il comune guidato da Rosario Caruso ha varato un avviso pubblico per la creazione di una short list per l’affidamento di incarichi legali. Si vuole quindi formare un elenco di avvocati a cui affidare in piena autonomia il patrocinio del Comune nei casi in cui l’Ente non possa essere rappresentato e difeso direttamente da un funzionario comunale. Inutile precisare che Serrara Fontana non dispone di un ufficio legale interno.  L’elenco che verrà formato, sarà unico e diviso in sezioni distinte per tipologia di contenzioso: amministrativo, civile, lavoro, penale e tributario. Possono presentare domanda di iscrizione dell’elenco nella relativa sezione gli avvocati in possesso dei requisiti specifici, tra cui l’iscrizione all’albo professionale degli avvocati da almeno cinque anni e la comprovata specializzazione nella materia della sezione in cui si chiede di essere inseriti. Le domande di iscrizione dovranno pervenire mediante posta elettronica certificata al Protocollo del Comune. Il responsabile del Contenzioso sarà chiamato a formare l’elenco in ordine alfabetico. Va precisato che l’essere iscritti nell’elenco, non costituirà in alcun modo giudizio di idoneità professionale né graduatoria di merito.  L’elenco sarà aggiornato semestralmente, previo avviso pubblico con l’inserimento delle nuove domande pervenute e complete dei requisiti richiesti. Naturalmente, sarà facoltà dei singoli professionisti iscritti chiedere in ogni momento la cancellazione dall’elenco. Sarà disposta la cancellazione d’ufficio, con tempestiva comunicazione all’avvocato, qualora si verificasse il venir meno dei requisiti o delle condizioni necessarie per l’esercizio del patrocinio legale del Comune, la falsità delle dichiarazioni riportate nella domanda d’iscrizione all’elenco, o il mancato assolvimento con puntualità e diligenza a un incarico affidato dal Comune. Il provvedimento avverte che l’inserimento nell’elenco non comporta alcun obbligo in capo al Comune, né alcun diritto in capo al professionista in ordine a un eventuale conferimento dell’incarico. L’Ente conserverà infatti piena autonomia nella scelta dell’avvocato a cui affidare l’incarico, osservando il principio di rotazione tra i professionisti iscritti e, in casi eccezionali oltre che debitamente motivati, si riserverà la possibilità di scegliere il professionista anche all’esterno dell’elenco, nel caso in cui il giudizio appaia particolarmente complesso. La liquidazione del compenso avverrà, di norma, al termine della prestazione, ma potranno essere richieste preventivamente le spese di giudizio.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x