ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Serrara Fontana, è di nuovo allarme truffatori

Ancora allerta truffatori nel Comune di Serrara Fontana e non solo. Dopo l’allarme lanciato lo scorso mese dall’associazione Croce Rosa di Ischia e dall’associazione Disabili Ischia – presiedute da Rosa Iacono – che avevano denunciato la presenza di alcuni soggetti non meglio identificati colpevoli di aver richiesto somme di denaro ai cittadini, spacciandosi per volontari delle suddette associazioni, un altro preoccupante episodio va ora ad aggiungersi all’intricato puzzle.  Nella mattinata di ieri, infatti, un uomo, nei pressi della pineta di Fiaiano, si sarebbe spacciato per il nipote di Rosa Iacono, chiedendo ad un’ anziana cittadina,   venti euro in cambio di un collana “in omaggio” a nome della Croce Rosa.  Anche questa volta, però, il soggetto in questione non aveva nulla a che fare né con l’associazione né con la Iacono che, messa al corrente dell’accaduto, ha prontamente provveduto a sporgere denuncia ai Carabinieri di Barano. La disdicevole vicenda dunque si infittisce, assumendo contorni sempre più preoccupanti.

Già durante il periodo natalizio, come riportato anche dalle pagine del nostro quotidiano –  nel Comune di Forio – era stato avvistato un individuo intento a vedere alcune piantine, spacciandosi per volontario delle due associazioni.   In altre occasioni, invece, alcuni individui avrebbero chiesto soldi in contanti per il tesseramento alle due associazioni.  Al momento dunque, non è chiaro se i truffatori siano più di uno o se sia invece sempre lo stesso individuo, quel che è certo, però, comunque è che in queste settimane i soggetti in questione non abbiano smesso di chiedere contributi a nome delle due associazioni,  facendo leva sulla generosità di ignari ed ingenui cittadini.  “Spero e mi auguro – ha dichiarato Rosa Iacono – che le autorità competenti trovino al più presto il responsabile”.  Sulla scia di queste parole, il presidente della Croce Rosa ha quindi lanciato un nuovo monito alla cittadinanza isolana affinchè, fino a quando il responsabile non sarà individuato, non si lasci trarre ancora in inganno dai truffatori.

Sara Mattera

 

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button