CRONACA

Serrara Fontana, il covid “frena” anche le visite ai cimiteri

Arriva l’ordinanza per contingentare i flussi in vista della celebrazione dei defunti

Le norme nazionali di prevenzione anti-covid valgono anche per i luoghi di culto. E tale definizione si attaglia anche ai cimiteri: in vista del prossimo fine settimana, con le celebrazioni delle ricorrenze di ognissanti e dei defunti, il sindaco di Serrara Fontana Rosario Caruso ha emesso un’ordinanza per disciplinare e contingentare l’afflusso di cittadini durante gli orari di apertura al pubblico dei due cimiteri comunali. Dal 30 ottobre al 3 novembre le due strutture rimarranno aperte dalle ore 8.00 alle ore 17.30, tuttavia l’accesso sarà consentito, per il cimitero di Serrara, a un massimo di 25 visitatori per volta, mentre per il cimitero di Sant’Angelo, a un massimo di 8 visitatori per volta. Il tempo massimo di permanenza sarà di trenta minuti. I minori di 16 anni potranno entrare accompagnando adulti. Naturalmente i visitatori avranno l’obbligo di indossare mascherine protettive o comunque di coprire le vie respiratori, di rispettare la distanza interpersonale di un metro, sia frontale sia laterale, e di evitare assembramenti. L’accesso alle cappelle private è consentito a una sola persona per volta. Non sarà consentito l’accesso a chi presenta sintomi influenzali o temperatura corporea pari o superiore a 37,5° C, né a coloro che sono stati in contatto con persone positive al covid-19 nei quattordici giorni precedenti.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button