ARCHIVIO 5POLITICA

Serrara Fontana, troppe pratiche di condono inevase: il Comune corre ai ripari

Ancore troppe pratiche di condono edilizio  da definire e in giacenza nell’ufficio tecnico del Comune di Serrara Fontana.  Così tante che neppure i provvedimenti presi  negli scorsi mesi dall’amministrazione guidata dal sindaco Rosario Caruso sembrano essere in grado di poter far fronte a questa spinosa situazione che si trascina avanti ormai da anni.  Lo scorso novembre, infatti – come si ricorderà – l’amministrazione del Comune montano, tramite una delibera di Giunta, ha approvato il progetto “Obiettivo”, predisposto per l’accelerazione dell’espletamento delle pratiche riguardanti i condoni edilizi. Nello specifico, il progetto in questione prevedeva uno snellimento nella verifica delle pratiche con l’impiego, per questo 2017, di tutto il personale dell’ufficio tecnico anche al di fuori degli orari di lavoro, al fine di procedere più celermente alla verifica dei condoni edilizi e permettere, così, all’amministrazione comunale di uscire da questa situazione di impasse. Evidentemente , però, neppure questo intervento, sembra essere stata sufficiente all’UTC per poter portare a compimento o quanto meno avviare quanto stabilito dal progetto “Obiettivo”.

Le difficoltà nella effettiva velocizzazione della verifica delle istanze di condono edilizio, infatti, sarebbero da ricondurre, ancora una volta, alla carenza di organico all’interno degli uffici comunali del Comune di Serrara Fontana, impossibilitato così a far fronte ad una tale mole di lavoro.  E così, l’amministrazione è stata costretta a correre nuovamente ai ripari   per non rendere vano quanto prefissatasi nei mesi scorsi.  Nelle scorse ore, infatti, il Comune ha provveduto alla  stesura di un avviso pubblico per la selezione di un professionista a cui affidare il servizio di supporto istruttorio per la definizione dei procedimenti di edilizia privata in materia di istanze di condono.  Il soggetto dovrà possedere titolo di studio in architettura, ingegneria urbanistica o titolo affini, essere scritto ai relativi albi professionali, non aver contratto altri incarichi professionali privati relative a pratiche di condono edilizio sul territorio di Serrara Fontana e aver anche maturato una relativa esperienza in tale campo.

L’amministrazione del Comune montano, insomma, è partita con la ricerca di un tecnico esterno che possa collaborare con l’ufficio tecnico di Serrara Fontana, prendendosi in carico la valutazione delle numerose istanze di condono edilizio ancora inevase.  Una soluzione, questa, che non era stata presa in considerazione mesi fa e che invece ora sembra essersi resa quanto mai necessaria, viste le difficoltà da parte del Comune nel portare a termine i propositi prefissatisi lo scorso anno in materia di condoni edilizi e che avevano condotto l’amministrazione ad approvare anche la procedura semplificata al fine di permettere a tutti i cittadini, ancora in attesa di vedere lo sblocco della propria pratica di condono, di presentare un’  autocertificazione ad hoc.  Per partecipare al bando i soggetti interessati potranno presentare la propria domanda entro il prossimo 22 Maggio. Tempo quindi, ancora due settimane, per potersi candidare e aiutare così il Comune montano  a risolvere una situazione di grande interesse per tutta la comunità di Serrara Fontana.

Sara Mattera

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button