ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Serrara, grande cerimonia per l’inaugurazione della mattonella dedicata a Pasquale Trofa

Serrara-Fontana. «Onesto, operoso, stimato da tutti, lascia sulla terra le tracce delle sue grandi virtù. Tracce che lo ricordano, nonostante la sua malattia, in ogni ora del giorno in questa piccola stanza, dove con i suoi pochi e semplici attrezzi riusciva a riparare le cose che gli venivano presentate. Felice del suo lavoro che sia d’esempio per tutti».

Poche righe incise su di una mattonella  che ritrae Pasquale Trofa, encomiabile cittadino di Fontana e affissa a due passi da quella che fu, quando era ancora in vita, la sua bottega d’artigiano. Pasquale è stato, infatti, calzolaio di Serrara-Fontana, ma non solo questo. Diversamente abile fin dalla nascita,  è stato un esempio di come si possano superare le limitazioni fisiche e avere una vita piena, anche stando su di una sedia a rotelle. Motivo questo che ha spinto il presidente dell’associazione Croce Rosa di Ischia e dell’associazione Disabili, Rosa Iacono a dedicargli l’effige  in ceramica che da ieri  è in bella mostra, incastonata in una parete, nella piccola frazione di Fontana.Ed in tanti sono stati i cittadini ad accorrere alla cerimonia, celebrata proprio nella mattinata di ieri, dal parroco Padre Angelo dopo la Santa Messa della Domenica, in memoria di Pasquale, ultimo calzolaio del Comune collinare. «Pasquale – ha dichiarato Rosa Iacono, poco prima di togliere i veli alla mattonella – è stato una persona meravigliosa. Nonostante fosse sulla sedia a rotella da quando fosse nato non si è mai avvilito. Faceva di tutto e di più. Andava perfino nei campi. É l’esempio di come, anche nelle difficoltà si possa e si debba trovare la forza di andare avanti».  Presente alla cerimonia anche il sindaco di Serrara-Fontana, Rosario Caruso. «Pasquale non è stato solo un diversamente abile – ha continuato il primo cittadino sulla scia delle parole della Iacono – ma anche e soprattutto un artigiano. Ha avuto la forza di superare le proprie limitazioni e coltivare questa sua passione. É stato un punto di riferimentoe vogliamo prenderlo ad esempio, perché ha messo a disposizione di tutti i cittadini le sue abilità».

Il battesimo della nuova ambulanza

La mattonella è stata così accolta da un lungo applauso da parte dei presenti che si sono poi spostati nel centro della piazza di Fontana, nei pressi del polifunzionale, dove Padre Angelo ha battezzato la nuova ambulanza medicalizzata che sarà utilizzata per la postazione  del 118 di Ischia, guidata  dalla Croce Rosa.  A contribuire in parte all’acquisto del veicolo anche l’avvocato Gregorio  Donnarumma  «Sono onoratissimo  – ha detto l’avvocato  che ha tagliato il nastro inaugurale – di poter contribuire a questa importantissima associazione, Rosa Iacono è sempre stata straordinaria anche con mia madre Ada».

La Chiesa della Mercede e il progetto per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Ads

Non solo però Pasquale Trofa e la nuova ambulanza sono stati al centro dell’evento. Durante la cerimonia, infatti, è stato anche presentato il progetto per l’abbattimento delle barriere architettoniche che interesserà, a breve, la Chiesa di  della Madonna della Mercede di Fontana. La struttura, infatti, pur essendo da sempre il luogo principale di preghiera dei cittadini del Comune Collinare, non è di facile accesso per chi ha difficoltà motorie, non essendo provvista di un accesso ad hoc. Il Comune di Serrara-Fontana, in collaborazione con la Croce Rosa e la parrocchia, ha quindi stilato tre possibili disegni progettuali a tal proposito,  tra i quali, quello che verrà con molta probabilità attuato, riguarderà la costruzione di una piattaforma elevatrice, di basso impatto paesaggistico, a sinistra della Chiesa. «Questa mattina – ha dichiarato Rosa Iacono – spero che sia l’ultima volta che abbiamo dovuto far salire i disabili in chiesa con il nostro aiuto. Mi auguro con tutto il cuore che il progetto venga concretizzato al più presto possibile». Il sindaco Caruso ha  quindi colto l’occasione per ricordare alla comunità di Fontana che, solo qualche settimana, fa la Giunta comunale ha deliberato per l’approvazione della Convenzione Onu sui Diritti per i Disabili con la quale il Comune di è impegnato ad implementare la qualità della vita delle persone diversamente abili. «Tante volte- ha dichiarato il primo cittadino – le amministrazioni prendono impegni sulla carta, ma poi non li ottemperano. Crediamo che con questa collaborazione con la Croce Rosa per l’abbattimento delle barriere architettoniche della Chiesa della Mercede, abbiamo dato attuazione a quello che abbiamo fin’ora formalizzato sulla carta. Auspichiamo di concretizzare il progetto al più presto».I prossimi step,dunque, saranno la consultazione tra Comune e cittadini per ascoltare eventuali proposte per migliorare il progetto disegnato dall’amministrazione e successivamente attendere il permesso da parte della sovraintendenza per la messa in atto dello stesso. Un progetto che si configura come un passo importante per l’abbattimento delle barriere architettoniche e che potrà migliorare così l’inclusione alla vita sociale di tutti i diversamente abili di Serrara-Fontana.

Ads

Ad ogni modo, a conclusione della cerimonia, un sentito ringraziamento, da parte di tutti i presenti, è andato a tutti i volontari del 118 che ogni giorno  dedicano il proprio tempo a persone in difficoltà e senza i quali  non sarebbe possibile non sarebbe possibile salvare loro la vita.

di Sara Mattera

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex