Statistiche
CRONACA

Servizio civile a Serrara Fontana, ecco gli idonei

La selezione ha individuato gli otto soggetti per i due progetti preparati dall’ente, della durata di 12 mesi: compenso 440 euro mensili

Sono stati pubblicati ieri gli elenchi dei ragazzi ammessi al Servizio civile presso il Comune di Serrara Fontana. Si tratta delle graduatorie degli idonei per i due progetti di servizio civile da portare a compimento sul territorio comunale. Ovviamente la conferma ufficiale delle graduatorie arriverà con le verifiche di competenza del Dipartimento per le politiche giovanili e il servizio civile universale, ma intanto i due prescelti per il progetto “Generazione attiva” sono Gea Volo e Sharon Cesario, rispettivamente col punteggio complessivo di 46 e 43 punti. Più nutrito l’elenco per l’altro progetto, dal titolo “Cittadini in rete”. I primi sei sono coloro che sono stati reputato idonei e selezionati, vale a dire Pierina Trofa e Gabriele Iacono a quota 58 punti, Emanuela Iappelli, Lorenzo Reale, Antonio Di Meglio con 52 punti, e Tonia Patalano a 46. Tuttavia, altri sei candidati, pur non essendo stati selezionati, sono stati comunque dichiarati idonei, eccoli: Melanie Schiano, Rosita Vitale Giulio Migliaccio (tutti a quota 46), Silvia Monti con 43 punti, Giusi Castagliuolo a 40, e Alessia Cesario con 37 punti. Due esclusioni, per Carmela Iacono e Paola Patalano, assenti ai colloqui selettivi.

Servizio Civile

Colloqui che si erano svolti lo scorso 22 marzo, in modalità on line sulla piattaforma Zoom. Come si ricorderà, il Comune di Serrara Fontana aveva partecipato al Bando per la selezione di volontari da impiegare presso l’ente per i due progetti citati. Il primo, “Generazione attiva”, vedrà impegnati i due volontari per l’assistenza ad adulti e alla terza età in condizioni di disagio. L’altro progetto, “Cittadini in rete”, impegnerà i sei volontari per l’area d’intervento relativa all’educazione e alla promozione culturale, paesaggistica, ambientale, del turismo sostenibile e sociale e dello sport, tramite sportelli informativi. Per tutti gli otto prescelti l’esperienza durerà dodici mesi, con cinque giorni settimanali di impiego. Come trattamento economico ai volontari spetterà un compenso pari a 439,50 euro, che sarà erogato direttamente dal Dipartimento per il Servizio civile universale. I progetti, che si realizzeranno tra il 2021 e il 2022 su tutto il territorio nazionale e all’estero, sono rivolti ai giovani tra i 18 e i 28 anni. A livello nazionale sono disponibili circa 44mila posti in progetti proposti da enti di servizio civile, che operano nei settori dell’assistenza, dell’ambiente, dell’educazione, dei beni culturali, dell’agricoltura sociale, della protezione civile, della tutela dei diritti e della promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana: un’importante forma di impegno civile in cui lo Stato chiama i ragazzi a partecipare, insieme con gli enti, a progetti di impegno civico che danno la possibilità ai ragazzi di acquisire competenze, ma soprattutto a dare qualcosa alle comunità in cui vivono e sentirsi cittadini maggiormente attivi e partecipi, sviluppando e accrescendo la consapevolezza di essere cittadini italiani ed europei.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x