CRONACA

Sicurezza stradale, ambiente, prevenzione incendi: ecco il nucleo comunale

E’ stato varato ad Ischia con decreto firmato dal sindaco Enzo Ferrandino. Ne faranno parte non soltanto i responsabili di settore ma anche comitati e associazioni impegnati nel sociale

Un’iniziativa magari simbolica, almeno per adesso, ma che se non altro serve a rendere l’idea di come pian piano sulla nostra isola si stia prendendo finalmente coscienza di un problema che per troppo tempo è stato colpevolmente ed incredibilmente sottovalutato.

Con proprio decreto (il n. 114) firmato nella giornata di ieri, il sindaco d’Ischia Enzo Ferrandino ha infatti disposto l’istituzione del Nucleo Consultivo Comunale per la sicurezza stradale, la prevenzione degli incendi e la diffusione della cultura della eco sostenibilità e della vivibilità del territorio del Comune di Ischia. Per la cronaca il nucleo in questione opererà fino alla fine del mandato sindacale e ovviamente verrà meno anche in caso di cessazione per qualsiasi causa del mandato sindacale. Ne hanno parte il sindaco o un suo delegato, i responsabili dei servizi Lavori Pubblici e Ambiente e della Polizia Locale e poi uno o più componenti designati dalle Associazioni o Comitati – che ne facciano espressa richiesta – che abbiano nel loro statuto, si legge nel decreto “finalità sociali espressamente indicate con riferimento alla prevenzione degli incendi in strada, alla diffusione del rispetto della cultura della legalità e del codice della strada, dei principi della eco sostenibilità ambientale e della vivibilità del territorio”.

Il documento siglato da Enzo Ferrandino fissa anche una serie di linee guida. In particolare si ricorda che il Nucleo Consultivo Comunale si riunirà su richiesta del sindaco o suo delegato che lo presiede ma anche dei rappresentanti designati da associazioni o comitati che ne fanno parte ed in ogni riunione sarà stilato un apposito verbale a cura di un segretario che sarà designato dal responsabile della polizia locale. La creazione del Nucleo è prevista anche dallo statuto comunale di Ischia che al capo II dell’articolo 9 prevede che “l’ente favorisce l’effettiva partecipazione democratica di tutti i cittadini all’attività politico amministrativa, economica e sociale. A tal fine valorizza le libere forme associative e promuove organismi di partecipazione reale dei cittadini all’amministrazione attraverso diritto di informazione, riunioni ed assemblee di cittadini, consultazioni su singole materie, azione sostitutiva, referendum, consulte, consiglio comunale dei ragazzi, petizioni, interrogazioni proposte”. Nel decreto firmato dal sindaco d’Ischia si specifica pure che è stato verificato “che nel corso di incontri a tema e pubblici convegni è emersa la disponibilità di professionisti ed esponenti della società civile di collaborare a titolo gratuito con l’amministrazione dell’ente per la definizione di obiettivi di interesse collettivo, nel perseguimento di una più efficate azione amministrativa che interpreti le esigenze della comunità in attuazione del principio di sussidiarietà orizzontale…”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker