POLITICAPRIMO PIANO

Silvitelli-Giosi, Casamicciola si prepara allo scontro finale

Ultimi fuochi nella cittadina termale in vista della presentazione delle liste per le amministrative del 14 e 15 maggio. Ormai i giochi sono fatti, gli ultimi incastri riguardano soltanto le ultime candidature a consiglieri comunali. E l’autentica delle firme avviene lontano dai riflettori per non dare vantaggi all’avversario

Ormai non si può più nemmeno dire che sia questione di giorni, quanto piuttosto di ore. Perché se è vero che per ufficializzare e presentare liste e candidati alla carica di sindaco c’è tempo fino a sabato mattina alle ore 12, è chiaro che la raccolta delle firme per la presentazione delle liste stesse finirà inevitabilmente con lo scoprire gli altarini in quel di Casamicciola. Perché sui moduli dovrà essere presente anche il nome del candidato a sindaco e sotto questo aspetto sembrano esserci dubbi praticamente pari allo zero: a contendersi la fascia tricolore saranno il vicesindaco uscente Giuseppe Silvitelli e l’eurodeputato Giosi Ferrandino.

Difficile pensare che possa succedere qualcosa nelle ultime 48 ore, ipotesi diverse da questo scontro frontale nemmeno vengono prese in considerazione dai bookmakers. Della partita sarà anche Caterina Iacono, stavolta non in veste penta stellata ma con una lista civica, ma dovrebbe almeno sulla carta essere più debole rispetto ai principali competitor. E gli altri? Annalisa Iaccarino continua ad avere incontri sondativi a destra ed a manca, sia con gli uomini e le donne vicine a Silvitelli che a Giosi. Il problema però è che la Iaccarino non arretra di un centimetro ed insiste nel voler essere la candidata a sindaco. Una poltrona che però allo stato dell’arte non le è stata offerta né dall’una né dall’altra parte. Annalisa non si perde d’animo, continua ad avere una serie di incontri ma nel frattempo parallelamente lavora ad una sua lista. E’, questa, davvero una corsa contro il tempo e il tempo non è mai stato così tiranno come in questo caso. Resta da capire, qualora il progetto di presentarsi da aspirante primo cittadino non dovesse andare a buon fine, se alla fine Annalisa Iaccarino accetterà di entrare in una delle due coalizioni come “semplice” candidata al civico consesso. L’impressione è che una decisione verrà presa last minute, sempre che nel frattempo sia rimasta ancora qualche casella vuota, il che non è affatto scontato.

A Forio confermata la sfida a tre Capuano-Verde-Iacono ma la scheda elettorale rischia di somigliare a un “lenzuolo”: le liste complessivamente in campo potrebbero essere addirittura 15, ecco come sarebbero suddivise

Sembra invece avere abortito la candidatura di Antonio Pisani, che al netto della bozza di programma uscita frettolosamente da qualche scrivania, non è mai stata particolarmente calda. Sembra che al bancario abbia offerto ospitalità nelle vesti di candidato consigliere la lista che fa capo a Giosi Ferrandino, ma anche qui vale lo stesso ragionamento appena fatto: se in extremis saranno in campo soluzioni ritenute elettoralmente più remunerative, la bozza di accordo potrebbe anche saltare. Per il resto, rimanendo in tema di inciuci, il gruppo che fa capo all’ex primo cittadino Giovan Battista Castagna con un colpo di coda avrebbe risolto la carenza di “peso specifico” di almeno un paio di quote rosa quadrando così l’organico della lista. Sull’altro versante, invece, non avrebbe assolutamente trovato conferma il rumor che voleva l’ex assessore prima e consigliere di minoranza poi Loredana Cimmino non essere intenzionata a candidarsi. La geologa, dicono da fonti bene informate, sarà regolarmente al suo posto ed ai nastri di partenza. Nel frattempo, a proposito di partita, quella in corso di svolgimento nella cittadina termale sembra davvero essere simile a quella di scacchi, con le rispettive compagini che cercano laddove possibile anche di muoversi lontano dai riflettori. E così i candidati al consiglio comunale di entrambi gli schieramenti hanno scelto una location diversa da quella del Comune di Casamicciola per recarsi ad autenticare le firme. Insomma, meglio rimanere lontano da occhi indiscreti, almeno fino a quando congiunture e circostanze lo consentiranno.

A proposito, non abbiamo dimenticato che si vota anche a Forio, il fatto è che all’ombra del Torrione la situazione è già bella e cristallizzata, con i candidati alla carica di sindaco che saranno tre: Pasquale Capuano, Stani Verde e Vito Iacono. Vigendo il sistema proporzionale, resta soltanto da capire quante saranno le liste complessivamente presenti sulla scheda elettorale, che in ogni caso promette di essere un “lenzuolo”. Stani Verde dovrebbe presentarne ai nastri di partenza tra le 9 e le 10 (ma l’orientamento sarebbe quella di comprimere quanto più possibile per evitare dispersione di consensi, dunque la prima opzione si lascia preferire alla seconda), la maggioranza uscente guidata dal sindaco Francesco Del Deo verosimilmente 4. Dovrebbe fermarsi ad una Vito Iacono, a meno che non riesca ad allestirne last minute una seconda. Tutta questa grande ammucchiata per soli sedici posti al sole, ossia nel prossimo consiglio comunale. E’ proprio il caso di augurare buona fortuna, da quelle parti ne hanno veramente bisogno.

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Corry54

Scusate, ma nin si abboffano mai questi pessimi amministratori? e la gente crede ancora in loro? Posso dirlo: mi fate pena.

Pulsante per tornare all'inizio
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex