Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Sisma, Grimaldi liquida 600mila euro per due alberghi

ISCHIA. Arrivano i saldi. Non parliamo delle offerte commerciali di fine stagione, ma delle cifre che il Commissario delegato all’emergenza-sisma, l’architetto Giuseppe Grimaldi, ha impegnato e liquidato a favore del Comune di Casamicciola come saldo (appunto) spettante a due strutture alberghiere che ospitano alcuni cittadini rimasti senza un’abitazione agibile dopo il drammatico terremoto del 21 agosto. Sono due le ordinanze che impongono all’ente del Capricho di procedere alla liquidazione, e al responsabile del procedimento di trasmettere alla struttura commissariale la relativa determina con l’ordinativo di pagamento quietanziato ai fini della rendicontazione delle spese. L’ordinanza n.27 del 13 aprile dispone la liquidazione di oltre mezzo milione, per la precisione euro 586.971,40 a favore del Comune, che dovrà versare tale somma all’Hotel Letizia – Società Nazareno Travel, mentre l’ordinanza n. 28 dispone analoga operazione a favore dell’hotel Parco Osiride – Società Ethos sas, per la cifra complessiva di euro 51.225,00. Le disposizioni arrivano a due settimane di distanza dal serrato confronto tra il Capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, e lo stesso Commissario Grimaldi. Come si ricorderà, dopo varie sollecitazioni provenienti anche da Federalberghi e dallo stesso sindaco di Casamicciola, preoccupati per la situazione degli alberghi che non ricevevano ristoro pur avendo sostenuto per mesi le spese d’accoglienza agli sfollati, Borrelli aveva indirizzato una nota al commissario Grimaldi avente ad oggetto appunto l’ “assistenza alla popolazione presso le strutture alberghiere”  nella quale si chiedeva di provvedere al saldo delle spettanze di tutte le strutture ricettive che hanno ospitato gli sfollati dopo l’evento del 21 agosto. Nella sua nota il responsabile della Protezione Civile scrisse: “Sono pervenute a questo dipartimento segnalazioni, ultima quella di Federalberghi Ischia del 23 marzo u.s., in ordine alla necessità di provvedere ai pagamenti pendenti per l’ospitalità alberghiera fornita alla popolazione sfollata a causa del sisma in oggetto. Tale esigenza è stata rappresentata anche dai Comuni interessati durante gli incontri tenutisi ad Ischia dal 13 al 16 marzo u.s., i quali hanno evidenziato che, ad oggi, gli albergatori in regola con il DURC hanno ricevuto il solo saldo dei giorni del mese di agosto e un acconto per il mese di settembre, con le conseguenti difficoltà relativamente al pagamento dei fornitori e del personale. I crediti che vantano nei confronti delle amministrazioni comunali ammonterebbero a circa quattro milioni di euro (Hotel Tirrenia 800.000 euro, Hotel Letizia 600.000 euro, Hotel Villa Tina 300.000 euro, ecc). E’ pertanto di tutta evidenza che risulta urgente il pagamento degli albergatori da parte dei Comuni e conseguentemente il trasferimento delle relative somme da parte di codesto commissario ai predetti enti locali”. A strettissimo giro, arrivò la risposta di Grimaldi, che in una lunga e articolata nota spiegò in sostanza che chi non ha DURC ed altre carte in regola, difficilmente riceverà soldi, almeno a breve termine. Il commissario concluse la sua nota scrivendo: “La scrivente struttura, nello spirito della massima collaborazione, potrà eventualmente procedere alla liquidazione in favore delle strutture alberghiere, nelle more della verifica dei requisiti di ordine morale, previa trasmissione delle autocertificazioni rese ai sensi di legge dai soggetti da controllare, del solo periodo di sessanta giorni decorrenti dalla sottoscrizione delle relative convenzioni”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex