Statistiche
ARCHIVIO 4

Società: che divertimento la Caccia all’uovo del Comitato Genitori!

di Isabella Puca

ISCHIA – Un pomeriggio pieno di allegria quello che ha visto protagonista la caccia all’uovo organizzata dal Comitato Genitori isola d’Ischia in collaborazione con Fantasilandia e con il patrocinio del Comune d’Ischia tra la piazzetta San Girolamo e la pineta Nenzi Bozzi. Spostata a causa del tempo al pomeriggio di martedì scorso ha visto la partecipazione di tantissimi bambini. Con un piccolo contributo economico di ciascuno sono stati raccolti circa 400 euro che, insieme ai più di mille raccolti con la festa di Carnevale, serviranno per finanziare screening per individuare i ragazzi affetti dai disturbi specifici di apprendimento. «I piccoli partecipanti – ha commentato Cristina Rontino in rappresentanza del comitato – si  sono divertiti veramente tanto. Grazie al Comune d’Ischia nella persona del Sindaco Enzo Ferrandino e dell’Assessore Marianna Sasso per averci fornito il palco e le sedie e per aver finanziato le spese per l’animazione. Un grazie particolare a Oropane e bar Gatto bianco per la collaborazione e poi, naturalmente a  noi mamme: Marianna Caserma, Nadia Pesce, Anna Trani. L’animazione di Fantasilandia capeggiata da Mariagrazia Sansone è stata davvero fantastica». Rispetto agli altri anni la partecipazione è stata davvero tanta e anche chi si trovava lì solo di passaggio si lasciava coinvolgere fermandosi a ballare. È questo un appuntamento ormai consolidato organizzato dal Comitato Genitori che persegue il suo obiettivo: raccogliere fondi necessari per il finanziamento degli screening preventivi per i disturbi dell’apprendimento e per lo sportello dello psicologo alla scuola media Scotti. «Quest’anno –ha  precisato Cristina ROntino –  rispetto agli altri anni non c’è stato lo screening a tappeto di tutti i bimbi di prima media. Il lavoro è stato effettuato su richiesta e su segnalazione da famiglie e insegnanti. Una prima scrematura è stata fatta a inizio anno con i primi test di valutazione e screening a ottobre, ora la seconda fase che durerà fino a giugno e vedrà la partecipazione attiva degli insegnanti  con controllo dei test, confronti con le famiglie per poi decidere il tipo di strada da prendere».

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x