Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

“Sogno, son desto, mi travesto”: buona la quinta per il “V. Telese”

di Lujan Albano

Casamicciola – Una mattinata all’insegna dei colori, tanti giochi e divertimento. Sono stati questi gli ingredienti della festa di carnevale in piazza firmata dall’Istituto IPS Telese che, per il quinto anno consecutivo, ha organizzato una divertente giornata, per tutte  le età. L’evento, intitolato “Sogno son desto mi travesto… un carnevale di tradizioni”, tenutosi il 4 febbraio 2016 in Piazza Marina, Casamicciola, ha visto giovani di tutte l’età riunirsi in piazza per festeggiare l’arrivo del carnevale sotto iniziativa del Dirigente Scolastico Prof.ssore Mario Sironi. «Questi eventi sono ritenuti di grande importanza per noi ragazzi dell’Istituto” – ha affermato Francesca Tabbanella, allieva e membro del gruppo organizzativo – questa scuola ci ha offerto, e ci offre,  un’enorme opportunità mettendoci a contatto con il territorio isolano e facendoci mostrare in pubblico per quello che siamo, e non per ciò in cui siamo identificati sull’isola. Di solito i giovani scelgono un professionale perché pensano si studi di meno». Al centro dell’ evento musica, balli e giochi per i bambini ma anche la bravura dei ragazzi dell’alberghiero dell’IPS Telese che hanno offerto un ricco buffet carnascialesco a base di chiacchiere e zeppole. Non è mancato l’effetto colorato dato dalle tante maschere e da stand realizzati con cura dagli scolari per intrattenere il pubblico d’ogni età con musica e talent show. I bambini hanno poi, sfilato sul palco dove, la giura popolare, ha decretato la maschera più bella premiandola con una busta di gustose caramelle. Tuttavia, i vincitori sono stati soprattutto i ragazzi dell’IPS Telese che hanno saputo portare avanti una tradizione creata dalla Dirigente Scolastica precedente Giuliana D’Avino. Amante dell’isola e delle grandi feste, ha da sempre sostenuto che questo sia uno dei modi migliori per far esercitare i ragazzi di ogni settore, ideologia sostenuta anche dallo stesso Sironi.  La mattinata è continuata con il gioco dell’impronta digitale, in cui il pubblico presente in piazza è stato invitato a segnare su un cartellone la propria impronta, tingendo la mano nella tempera. Un modo questo, per ricordare una splendida mattinata. «Gli eventi del nostro Istituto sono molto utili per noi alunni. Ci aiutano a migliorare nel campo dell’organizzazione e dello sviluppo di ogni singolo settore che ci appartiene. Il fatto che il Dirigente abbia approvato l’idea della D’Avino ed i professori abbiamo lo stesso entusiasmo di prima, ci rallegra. Il Telese non è una scuola come le altre per noi. Ci  lasciano campo libero, ci responsabilizzano a e allo stesso tempo ci danno modo di creare eventi sempre nuovi e mai simili l’un l’altro. Ci aiutano a scoprire il territorio e a valorizzarlo per poi, ovviamente, farlo riscoprire a chi si dimentica le potenzialità dell’isola, cosa che il nostro Istituto non ci fa mai dimenticare», questo quanto ha dichiarato la rappresentante d’Istituto Arianna Aiace. Ed è così che, nonostante il carnevale sia arrivato qualche giorno in anticipo per il Telese, l’evento si è presentato ugualmente ricco di divertimento chiudendo la giornata con grande successo. La festa di carnevale, organizzato dallo stesso Istituto, è stata ideata non solo per far avere un rapporto tra studente e territorio in modo professionale, ma anche per scovare talenti molto spesso nascosti, dimostrando le numerose qualità dei giovani isolani.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x