PRIMO PIANOTOP STORIE

Sophia morta a 11 anni, l’amore per l’isola e il cuore di Carmine Di Meglio

La lettera dei genitori di una bambina deceduta lo scorso anno a causa di un tumore cerebrale parla delle vacanze all’Hotel Cristallo ed esalta la figura e l’umanità del direttore della struttura

È la magia dell’isola di Ischia a rendere un po’ meno amara una storia triste. La storia è quella di Sophia una bimba malata di tumore celebrale. Dopo aver cominciato la battaglia contro la malattia, nel 2014, trascorse con la mamma Maria ed il papà Pino qualche giorno di relax sull’isola di Ischia, a Casamicciola all’hotel Cristallo. Dopo la vacanza è continuata per anni la lotta contro la malattia. Una lotta intervallata da un regalo, quello donato dall’associazione “Make a wish” che regala a bambini malati la realizzazione di un desiderio. Perché “un desiderio che si realizza, per un bambino malato gravemente, è qualcosa che dura tutta la vita. È un potente pensiero positivo che dà la forza di lottare, di affrontare le terapie e di ritrovare la speranza”. E così la piccola Sophia festeggia il compleanno, quello che poi sarà l’ultimo compleanno, con la famiglia ad Ischia. Il destino ha voluto che il desiderio della piccola Sophia fosse esaudito in un posto magico.

L’associazione “Make a wish”, infatti, regala per il compleanno della bambina un soggiorno a tutta la famiglia presso il suo ‘luogo del cuore’: l’hotel Cristallo. E qui c’è stato un incontro importante con una persona che ha reso speciale il soggiorno. Si tratta del direttore della struttura alberghiera Carmine di Meglio. È una persona riservata che svolge il suo lavoro con puntualità e cura. A Carmine non piace parlare di questa vicenda perché non vuole vantarsi “di una cosa normale”. Quando la mamma ed il papà di Sophia hanno prima inviato una lettera di ringraziamento alla catena alberghiera dove lavora Carmine e poi allo stesso, lui ha chiesto di non renderla pubblica. Mamma Maria e papà Pino, “con riconoscenza” hanno voluto rendere noto a tutti “Volevamo dirlo pubblicamente perché è bello sapere e far sapere che esistono uomini di tale spessore”, hanno scritto nella lettera. La bontà d’animo e la professionalità di Carmine di Meglio, l’accoglienza riservata a Sophia ed alla sua famiglia presso l’hotel Cristallo ha reso meno triste questa vicenda. La guerra contro la malattia Sophia l’ha persa e lo scorso luglio è morta.  

Ecco la lettera dei genitori della piccola Sophia 

“Sono la mamma della piccola Sophia malata di tumore cerebrale. Sophia ha cominciato la sua brutta avventura nel dicembre 2014, ed ha lottato sin da subito insegnando a tutti noi cosa significa non arrendersi mai, col suo sorriso e la sua forza. Perché vi scrivo? Perché siamo venuti ad Ischia in vacanza il primo anno dopo tante cure pensando che l’ombra della mattina fosse un po’ più lontana.  Alloggiammo all’Hotel Cristallo di Casamicciola Terme. Furono giorni bellissimi e qualsiasi posto successivamente si chiedesse a Sophia di poter visitare lei comunque rispondeva “Ischia “! Anomalo per una bimba che magari può desiderare altro….Gli anni sono passati, le cose non sono migliorate ma siamo andati avanti. Lo scorso anno abbiamo contattato MAKE a WISH, un’associazione che realizza i desideri dei bimbi che hanno malattie importanti e realizza i loro desideri! Ci hanno inserito nel progetto e quando hanno chiesto a Sophia cosa desiderasse. Lei ha risposto: voglio andare ad Ischia!” A nulla è valso proporle altre cose indubbiamente più allettanti perché Ischia era nel suo cuore. Organizzarono tutto per il suo compleanno il 27 settembre!

Quando ci arrivarono i fogli con le direttive di alloggio rimanemmo a bocca aperta nel vedere che tra i tanti alberghi presenti sull’isola saremmo tornati all’Hotel Cristallo di Casamicciola terme! Ecco il punto… la nostra storia non ha un lieto fine, la nostra Amata Sophia ci ha lasciati l’11 luglio… dopo il primo istante ho cominciato a ripercorrere ogni momento con lei e la nostra vacanza ad Ischia per il suo compleanno rimarrà impressa nelle nostre menti. Ed il ricordo è ancora più scolpito perché abbiamo conosciuto il Direttore dell’albergo, Carmine di Meglio. Onestamente non penso ci siano parole che possano descrivere sino in fondo l’umanità di quest’uomo oltre alla sua riservatezza.  Una persona davvero speciale. Posso dire che ha avuto nei nostri confronti attenzioni veramente rare che porteremo gelosamente nel nostro cuore. Volevamo dirlo pubblicamente perché è bello sapere e far sapere che esistono uomini di tale spessore! Grazie Sig. Carmine Di Meglio. Con riconoscenza, Maria e Pino”. 

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close