Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Sorpasso azzardato e pestaggio, follia ai Maronti

Sette foriani a bordo di due autovetture sfrecciano a tutta velocità e dinanzi al richiamo di un 22 enne lo pestano a sangue: la vittima finisce al “Rizzoli”

Un fattaccio di una gravità inaudita, e che di fatto accomuna la nostra isola a una di quelle realtà territoriali dell’hinterland partenopeo dove certi fatti sono purtroppo all’ordine del giorno. Ma la storia che raccontiamo parla di un episodio di violenza gratuita e criminale che fino a qualche tempo fa non avremmo mai immaginato potesse appartenere a Ischia. Sette persone, tutte residenti a Forio, dovranno rispondere del reato di lesioni personali aggravate e danneggiamento al termine di un episodio che si è verificato nella tarda serata di mercoledì scorso.

Sette persone, tutte residenti a Forio, dovranno rispondere del reato di lesioni personali aggravate e danneggiamento al termine di un episodio che si è verificato nella tarda serata di mercoledì scorso

I fatti in questione si sono verificati a Barano nella zona dei Maronti e qui i sette soggetti – tutti di età compresa tra i 21 e i 36 anni, alcuni di loro anche con piccoli precedenti di polizia – hanno messo in atto la loro azione folle. Un ragazzo di 22 anni, secondo una attendibile ricostruzione, si stava dirigendo verso il Piazzale dei Maronti dove ad attenderlo c’erano alcuni amici. All’improvviso i conducenti di due autovetture che lo precedevano si “esibivano” in un sorpasso decisamente pericoloso, che preoccupava non poco il ragazzo.

Tra l’altro i sette foriani sono stati denunciati anche per violazione delle norme anti contagio, essendo stati sorpresi in strada oltre le ore 22, quando scatta il cosiddetto “coprifuoco”, senza alcuna giustificazione

Quando le due macchine, a bordo delle quali si trovavano i sette, ritornando indietro hanno incrociato la vittima, questi ha fatto notare loro di rispettare un’andatura più cauta e prudente, ma evidentemente la ramanzina non è piaciuta alla “banda”. Il gruppo è sceso dalle auto e hanno aggredito il malcapitato in maniera violentissima, tempestandolo di calci e pugni e arrivando addirittura a infrangere il finestrino lato guidatore oltre a procurare altri danni al veicolo. Le urla del ragazzo sono state udite dai suoi amici che sono accorsi sul posto e questo se non altro ha messo in fuga i rapitori mettendo fine al pestaggio. Immediatamente gli amici del 22enne hanno chiesto l’intervento di sanitari e forze dell’ordine. Sul posto è giunta l’ambulanza del 118, che ha immediatamente trasportato il paziente all’ospedale Rizzoli dopo aver prestato le prime cure sul posto, e poi i carabinieri della Stazione di Barano e del Nucleo Operativo Radiomobile.

Ads

Il titolare di una delle due autovetture dovrà rispondere anche di porto abusivo di arma poiché nella sua macchina è stato rivenuto un coltello a serramanico con una lama di 10 centimetri

Ads

L’indagine degli uomini guidati dal capitano Angelo Pio Mitrione è stata favorita anche da un fatto decisamente inusuale. Uno dei sette aggressori mentre pestava il povero ragazzo ha perso il cellulare, rimasto sul manto stradale. Il telefonino è stato recuperato dai carabinieri ma prima che gli stessi potessero fare gli accertamenti del caso, i sette sono ritornati sul luogo del delitto per provare a riprendersi il supporto tecnologico. Hanno trovato anche i militari dell’Arma che a quel punto li hanno bloccati, condotti in caserma, identificati e denunciati all’autorità giudiziaria. La vittima è tuttora ricoverata sotto osservazione ma non è in pericolo. La prognosi, una volta sciolta, potrebbe anche rendere più pesante la posizione degli indagati, che potrebbero trovarsi a rispondere del reato di lesioni aggravate. Tra l’altro i sette foriani sono stati denunciati anche per violazione delle norme anti contagio, essendo stati sorpresi in strada oltre le ore 22, quando scatta il cosiddetto “coprifuoco”, senza alcuna giustificazione. Il titolare di una delle due autovetture dovrà rispondere anche di porto abusivo di arma poiché nella sua macchina è stato rivenuto un coltello a serramanico con una lama di 10 centimetri.

Articoli Correlati

0 0 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Rossy

Voglio dire solo una cosa. Ma dove è finita la Ischia di una volta?

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x